rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Spazi per la cultura / Mestre Centro / Piazzale Donatori di Sangue, 10

Procede il cantiere per il raddoppio della biblioteca Vez: «Pronta a ottobre»

Previsto un ampliamento di mille metri quadri, alla fine la struttura potrà ospitare 400 utenti. Ci saranno anche un auditorium e postazioni studio all'aperto

Avanza il cantiere dell'ampliamento della Vez, la biblioteca centrale di Mestre, la cui conclusione è programmata per ottobre 2023. Il punto è stato fatto questa mattina durante un sopralluogo degli assessori comunali Francesca Zaccariotto (lavori pubblici) e Simone Venturini (coesione sociale) assieme al direttore della direzione sviluppo, Marco Mastroianni. Il progetto, secondo l'amministrazione comunale, permetterà a Villa Erizzo di trasformarsi in una biblioteca moderna, un luogo di studio e di aggregazione ma anche uno spazio per eventi grazie alla realizzazione di un auditorium.

Iniziati nel 2020, i lavori hanno subìto alcuni ritardi. Dopo la «risoluzione di alcune procedure tecniche e burocratiche», come spiegato dall'amministrazione, ora si procede con decisione verso la data di consegna dell'opera. «Siamo a regime - ha spiegato Zaccariotto - per poter consegnare dopo l'estate questa opera importante per la città e per i nostri ragazzi». Il progetto prevede un ampliamento di oltre mille metri quadrati di superficie, per un raddoppio della capienza di utenti. «Sarà un luogo dove studiare - prosegue l'assessore - ma anche un nuovo spazio di aggregazione, dove poter trascorrere del tempo libero». La struttura avrà una «nuova concezione degli spazi, che godranno di una maggiore luminosità grazie alla posa di grandi vetrate». Inoltre sarà dotata di impianto fotovoltaico e di tutte le tecnologie di efficientamento energetico.

«Sarà tra le più belle in Veneto - ha aggiunto Venturini - Grazie all'aumento della capienza circa 400 persone potranno vivere i nuovi spazi. La struttura garantirà la possibilità di realizzare eventi grazie al nuovo auditorium che potrà ospitare 100 persone. È un momento importante per Mestre, un'opportunità di rigenerazione urbana per una zona complicata della città. Ma è anche un servizio in più per le nuove generazioni - ha concluso Venturini - che troveranno qui lo spazio di aggregazione che cercano. Il giardino al centro della nuova struttura sarà un prato verde, e sotto i portici saranno allestite postazioni con tavoli e sedie dove con il bel tempo sarà possibile anche studiare all'aperto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Procede il cantiere per il raddoppio della biblioteca Vez: «Pronta a ottobre»

VeneziaToday è in caricamento