menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da oltre 20 anni producono migliaia di capi per i più bisognosi

Un gruppo di anziani si ritrova ogni mercoledì alle 15 al centro autogestito "Il ritrovo" a Carpenedo. Negli anni hanno prodotto più di 8mila coperte

"Lavoriamo per gli ultimi" è un progetto coordinato e sostenuto dal centro anziani autogestito "Il ritrovo", in via del Rigo a Carpenedo. Come riporta Il Gazzettino, il progetto umanitario coordinato da Giovanni Veggis di 82 anni, da più di 20 anni lavora la lana per realizzare capi e coperte da inviare ai più bisognosi in giro per il mondo.

Cinquemila maglioni, 8.654 coperte e centinaia di capi di intimo e magliette per bambini, sono questi i numeri della loro produzione. Come una punta d'orgoglio Veggis ha anche commentato il record firmato dalle donne della "Picknit Art Cafè" di Trieste, che hanno esposto in piazza Unità d'Italia una maxi coperta di 2.886 metri quadrati, ammettendo che il suo gruppo potrebbe tranquillamente arrivare a 14mila metri quadrati.

Ma i record non interessano al gruppo "Lavoriamo per gli ultimi", loro si impegnano senza cercare pubblicità e senza pretendere alcun riconoscimento. Giovanni Veggis è stato l'ideatore del progetto nato nel 1994. Da quel giorno ogni mercoledì dalle 15 alle 18 una trentina di signore si ritrovano nel centro anziani e si dedicano al lavoro per gli altri. Tutta la lana utilizzata sarebbe destinata al macero ed in 25 anni ne hanno intrecciata ben 17 tonnellate, 3 quintali e 8 chili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento