menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un quintale di cavi in rame trafugato, cacciaviti, tenaglie e pinze: 4 denunce

Sopralluogo della Municipale mercoledì alla ex sede Telecom della Cipressina: identificati 2 uomini e 2 donne, cittadini romeni, gravati da precedenti per ricettazione, furto, violazione di domicilio

Un quintale di cavi in rame sequestrato, 4 persone denunciate e svariati utensili da effrazione come seghetti, cacciavite, tenaglie, pinze, un trapano, un compressore e chiavi inglesi. Sono stati rinvenuti mercoledì sera, nel corso di un sopralluogo della Municipale in via Damiano Chiesa, alla Cipressina, all'ex comprensorio Telecom.

Controlli ripetuti

Una radiomobile del servizio sicurezza urbana si è recata sul posto poiché la zona rientra nelle aree “Oculus”, attualmente sotto stretta osservazione per i ripetuti avvistamenti di persone sospette. Nella palazzina Telecom, ex sede del direttore, il 6 marzo scorso personale della polizia locale aveva trovato moltissimi strumenti da effrazione e refurtiva di vario tipo.

Mercoledì gli operatori hanno notato una effrazione del portone del garage dello stabile, all’interno della quale sono stati rintracciati e identificati 4 cittadini romeni, due uomini e due donne, tra cui un diciassettenne. I quattro sono stati trovati in possesso di svariati utensili da effrazione, e sono stati denunciati per invasione di edificio e detenzione di strumenti da scasso.

I cavi in rame

Proseguendo il sopralluogo nelle aree immediatamente circostanti gli operatori della Municipale hanno trovato, in un altro stabile del comprensorio Telecom, diverse matasse di cavi in rame, per un totale di un quintale di peso, evidentemente provento di furto. I cavi, posti sotto sequestro, riportavano i seguenti segni di identificazione:

- 9 cavi in rame con rivestimento giallo/verde, del diametro approssimativo di 8, 10, 13 e 15 mm;
- 8 cavi in rame con rivestimento grigio, del diametro approssimativo di 13, 15, 17, 20, 27 mm; 
- 6 cavi in rame con rivestimento di colore vario; 
- 1 cavo in rame con rivestimento di colore grigio e diametro approssimativo di 17 mm  riportante la scritta "ALIMENTAZIONE AUTOCLAVE PIANOTERRA" - BII GENERAL CAVI ECOFLEX AICE SP CE/20/22 II IEMMEQU FQ70R-0;
- 1 cavo in rame con rivestimento di colore grigio riportante la scritta "PRESA CARABINIERI" e B. BALDASSARRI LUCA GREEN LINE.

Chiunque ritenesse di fornire indicazioni utili ad accertare la provenienza dei cavi è pregato di contattare la polizia locale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ulss 3, la metà degli over 50 ha già aderito alla vaccinazione

  • Meteo

    Piogge in arrivo nel Veneziano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento