menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Campanile su e campane a festa", viaggio tra i centri hard di Mestre

Martedì la chiusura di una struttura in via Roma che godeva di buone recensioni: "Zona ottimale". Altri punti di riferimento in via Sernaglia, via Piave o Marghera. Sempre se non si decide di andare in trasferta a Musile di Piave. Sul web recensioni accurate, commenti e critiche: "Un bel seno soprattutto per essere cinese. Lei accelera il trattamento del Tenente, sull'attenti, che inevitabilmente capitola"

"Poi allargandomi le gambe si piazza in ginocchio davanti alla red zone e chiede conferma per procedere all'innalzamento del campanile, alla quale ovviamente acconsento. È decisamente l'intervento più soddisfacente degli ultimi tempi... La torre pendente si fa presto campanile e dopo un po' le campane suonano a festa". Non poteva descriverlo in maniera migliore un cliente il trattamento ricevuto in un centro massaggi mestrino da parte di una professionista ("Lei è bardata con delle calze antistupro e una magliettina senza maniche altrettanto protettiva"), che si è meritata molti elogi online. Del resto l'universo dei massaggi hot, spesso dagli occhi a mandorla, è un mondo in continua evoluzione tra Mestre e provincia. Più che altro perché periodicamente arrivano i sigilli da parte delle forze dell'ordine, come accaduto martedì mattina in via Roma, quando gli agenti della squadra mobile lagunare hanno chiuso un centro massaggi per il fatto che oltre ai dolori alla schiena si trattava con ogni probabilità anche il "lato A" (DETTAGLI). Un peccato per chi lo frequentava, visto che poteva contare su ottime recensioni. Come altri centri tra via Sernaglia, via Piave e via Volturno o Marghera.

Basta una breve ricerca sul web e si scoprono forum molto attivi in cui informarsi, consigliare e pure criticare a volte i trattamenti "subiti". Tutte visite molto recenti, segno che le attività "benessere" di cui si parla (o almeno gran parte) sono ancora attive. Uno dei clienti del centro di via Roma, ora chiuso dalla polizia, era rimasto molto soddisfatto: "Ho iniziato anzitempo la cerimonia di chiusura dei giochi con la complicità di una mugolante masseuse", racconta. La zona era considerata ottimale: "Niente automobili incolonnate finalmente (al più verrete sgamati da qualche anziana signora affacciata al balcone dei palazzi antistanti) - continua - suono e vengo accolto da una coppia di signorine orientali sorridenti e assai carucce. Il prezzo 80 euro per 60 minuti (che poi diverranno 70) + bagno vasca + cerimoniale di chiusura".

C'è chi poi ha sondato il terreno in via Beccaria a Marghera: "Mi son detto che sarebbero state basse le possibilità di avere due centri massaggi di livello sòla nella stessa cittadina". Un'esperienza senza infamia e senza lode, anche se il "tenente alla fine si è presentato sull'attenti": "Non mi ha regalato nessuna di quelle sensazioni che io ricerco nei centri massaggi, siano anche negative, un'esperienza piatta". Una recensione comunque accolta con favore dagli utenti: "Oltremodo positivo l'aver svelato un nuovo centro in quel di Marghera", si risponde il 13 febbraio.

Solo quattro giorni prima lo stesso "recensore" prova anche un centro massaggi in via Sernaglia. Si tratta evidentemente di persona esperta: "Mi si rievocano ricordi bucolici di un lontano 2010 con una favolosa giovine e minuta che parlava meglio l'inglese dell'italiano con professionalità non comuni tra le sue pari, sia riguardo al massaggio che al finale - sottolinea - Trattamento buono di Lucia (mentre mi tratta mi sovviene essere una mia vecchissima conoscenza operante al Tokio di via Corso del Popolo sempre a Mestre, luogo che frequentai un po' visto che fu uno dei primi centri massaggi della città)". Dunque echi lontani di massaggi rimasti impressi nella mente, da confrontare con un trattamento su cui si è contrattato sul più bello: "Al giro di boa prosegue su gambe, petto e braccia finché mi propone l'extra con mancia di VU-30, io rispondo che i già concordati 1VU+10 per doccia massaggio completo e bagno vasca mi sembravano sufficienti - sottolinea il recensore - ma lei non demorde, quindi propongo di accettare la possibilità di vedere ed esplorare il suo promettente petto e c'è l'accordo. È evidente che non gradisce molto i miei massaggi, men che meno quando le alzo la maglia e il reggiseno per ammirare quello che si conferma essere un bel seno soprattutto per essere cinese, e lo dimostra accelerando il trattamento del tenente che inevitabilmente capitola".

Recentemente, poi, sembra andare per la maggiore anche un centro massaggi di Musile di Piave: "In un caso ci è scappato un servizio orale - dichiara un cliente - Secondo me da provare. Unico inconveniente la poca privacy sia del parcheggi che delle stanze con pareti aperte". Tanto più che pare esserci anche una ragazza italiana in questa struttura di via Argentina, e che il massaggio non si fermi all'uomo: "Anche lei si toglie gli slip...", racconta un cliente, spiegando nei minimi particolari ciò che accadde nel proseguio della seduta.

Per tornare a Mestre, invece, pare essere aperto un centro massaggi da qualche anno pure in via Volturno. Anche se c'è chi non se n'era mai accorto: "Se è un centro di nuova apertura, prima o poi ci si va, abbi fede e pazienza", si scrive il 5 gennaio scorso. In verità c'è chi ci andò già a luglio 2013: "All'uscita ho chiesto se facevano il corpo a corpo con risposta affermativa, ma precisando che non tolgono le mutande", si spiega. Ma non ci sono solo le cinesi, ci sono anche le donne dell'Est Europa a fornire certi servizi, come una giovane di 25 anni che riceve in via Piave che  si presenta online con provocanti foto (sempre se è lei la donna ritratta nelle immagini) in un completo intimo che lascia poco spazio all'immaginazione. L'annuncio di pochi giorni fa su un sito Internet e subito la curiosità di provare il nuovo centro: "Opto per il prezzo più oneroso perchè ho voglia di provare il massimo - racconta un cliente il 21 gennaio scorso - Il poi arriva quando dice 'girati', infatti toglie la mutanda...". Il racconto continua nei particolari da parte di un massaggiato molto soddisfatto, ma pose e commenti qui non si possono riproporre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento