menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Moglie accoltellata alla schiena in casa dal marito agli arresti: prognosi riservata

L'aggressione nella notte tra sabato e domenica in via dello Squero a Mestre. La donna è stata raggiunta alla scapola sinistra da un fendente. Sul posto è intervenuta la polizia

I motivi li sanno solo loro, fatto sta che all'improvviso il marito ha raggiunto la consorte con un fendente alla schiena, con ogni probabilità al culmine di una lite. Trambusto nella notte tra sabato e domenica in un condominio mestrino, quando i sanitari del 118 hanno soccorso una 36enne ferita e l'hanno portata all'Angelo. La donna inizialmente ha dichiarato alle forze dell'ordine che si sarebbe trattato di un incidente domestico causato da una caduta a terra. Ma il fatto che la ferita alla schiena, precisamente sotto la scapola sinistra, era stata causata da una lama, induceva a ritenere che la storia fosse andata ben diversamente. Messa alle strette, alla fine la donna ha confermato quanto già gli uomini in divisa ipotizzavano.

L'accoltellamento è avvenuto in un'abitazione di via dello Squero, nel quartiere Altobello a Mestre. La donna si trova ora ricoverata in ospedale. La ferita ha forse interessato anche un polmone: al momento non risulta in pericolo di vita anche se i medici si sarebbero riservati la prognosi. A lanciare l'allarme un vicino di casa della coppia che ha chiamato il 113 chiedendo l'intervento delle forze dell'ordine. Ad avvertirlo pare sia stato proprio il marito 35enne della ferita, il quale avrebbe chiesto aiuto accorgendosi della gravità della situazione.

L'intervento della polizia poco dopo le 4: sul posto si sono portate le volanti e un'ambulanza del 118. A suffragare l'ipotesi di una vera e propria aggressione è stato anche l'esito del sopralluogo iniziato di prima mattina della polizia scientifica, entrata nell'appartamento subito dopo le volanti. Gli accertamenti si sono concentrati nella cucina dell'abitazione, dove sarebbe effettivamente partito il fendente. La donna avrebbe ammesso il coinvolgimento del marito, che si trovava già agli arresti domiciliari. La vicenda non ha mancato di causare un certo trambusto in zona, con le luci blu dei lampeggianti delle forze dell'ordine che hanno squarciato l'oscurità del quartiere. Al termine degli accertamenti per il marito è scattata una denuncia, in attesa di capire gli effettivi giorni di prognosi assegnati dai sanitari alla consorte. Ricoverata domenica nel reparto di Chirurgia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento