rotate-mobile
Centro Sant'Elena / Calle Buccari

Accoltellamento in via Piave: trovato l'aggressore, era al pronto soccorso

L'uomo, di nazionalità bengalese, aveva raggiunto l'ospedale per farsi medicare le ferite riportate nella zuffa con un suo connazionale ed ex coinquilino. La rissa alle 11 di domenica

E' stato rintracciato l'aggressore di nazionalità bengalese che domenica mattina in via Piave aveva accoltellato un suo connazionale. L'uomo, P.K., 47enne, dopo essere fuggito, si era rintanato da qualche parte, per poi recarsi al pronto soccorso dell'ospedale Dell'Angelo per le ferite riportate. Con ogni probabilità ha incassato alcuni pugni dal suo interlocutore, un ex coinquilino con cui condivideva un appartamento in via Buccari 14, colpito a sua volta da un piccolo coltello all'addome e all'avambraccio (quest'ultima una possibile ferita da difesa).

Il ricercato è stato dimesso con una prognosi di guarigione di dieci giorni. Ora pende su di lui una denuncia a piede libero per lesioni aggravate. I due litiganti, però, non dovranno più vivere sotto lo stesso tetto. Per fortuna. Da qualche tempo l'aggressore si sarebbe infatti trasferito in un'abitazione poco distante.

 

I motivi della rissa sarebbero soprattutto di tipo economico. L'accoltellato, A.M.D., 41 anni, avrebbe fatto presente al connazionale le rate dell'affitto ancora da pagare. Da lì il violento diverbio. Già iniziato sabato sera. Il "secondo round" alle 11 del mattino seguente, con i due fendenti sferrati contro il 41enne, che nonostante le ferite secondo i sanitari dovrebbe guarire completamente in due settimane. L'aggressione davanti a molta gente che affollava i locali pubblici della zona.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellamento in via Piave: trovato l'aggressore, era al pronto soccorso

VeneziaToday è in caricamento