menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scassina i garage, fermato grazie alla telefonata di un residente

L'arresto nella notte tra giovedì e venerdì in via Perosi a Mestre: il 38enne ucraino ne aveva già forzati tre, svegliando uno degli inquilini

Al "lavoro" nei garage altrui, ma troppo rumoroso: è stato il chiasso prodotto dallo scassinatore a mettere in allarme un residente di via Perosi, a Mestre, intorno alle 3 della notte tra giovedì e venerdì. L'inquilino, insospettito, ha deciso di chiamare la polizia, subito intervenuta sul posto. Gli agenti lo hanno trovato ancora all'opera, proprio mentre usciva da uno dei garage interrati della palazzina. L'uomo, 38enne ucraino già noto alle forze dell'ordine, ha tentato di liberarsi del borsello che aveva a tracolla: tutto inutile. Rimasto senza vie di scampo, è stato ammanettato dai poliziotti.

Subito è stato chiaro che il malvivente si era già dato da fare: aveva forzato tre basculanti ed aperto tre garage, riuscendo a trafugare una bicicletta che è stata restituita al legittimo proprietario. All’interno del borsello i "ferri del mestiere" dello scassinatore: cesoie taglia lamiere, un set di cacciavite con punte intercambiabili e dei guanti in lattice utilizzati per non lasciare impronte. L’ucraino è stato arrestato per tentato furto in abitazione ed indagato per il porto di strumenti da scasso. Trascorsa la notte in cella, è stato processato per direttissima il mattino dopo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento