menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale sequestrato

Il materiale sequestrato

Scoperto in via Cappuccina con venti grammi di hashish, pusher in arresto

Un cittadino di nazionalità tunisina martedì pomeriggio è stato fermato dai carabinieri dopo aver tentato di nascondersi in un phone center. Oltre alla droga sequestrati anche 200 euro in contanti

Martedì pomeriggio aveva già "tirato su" 200 euro. In contanti. Con ogni probabilità una giornata "normale" per uno spacciatore di origine tunisina in attesa di rinnovo di soggiorno. Normale fino a quando non si è trovato davanti una pattuglia di carabinieri della compagnia di Mestre in servizio antidroga.

 

Il pusher, accortosi della malparata, si è subito tentato di rifugiare in un phone center di via Cappuccina. Cercando di far finta di nulla. I militari, però, ormai lo avevano scoperto. Entrati, lo hanno fermato e perquisito. Nascosto tra i vestiti aveva un involucro di nylon contenente circa venti grammi di hashish già diviso in dosi pronte per essere vendute. Non solo. Tra le banconote che aveva in tasca gli agenti ne hanno trovata una da 20 euro palesemente contraffatta. Inevitabili le manette.

Questo arresto si inserisce all'interno di una specifica attività antidroga condotta dai carabinieri nel quartiere Piave. Negli ultimi giorni sono stati controllati un centinaio di individui e i rispettivi veicoli, oltre a molti locali pubblici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento