menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pusher sorpreso nel parco, scappa tra gli alberi: inseguito e bloccato

Operazione anti-droga della polizia al Sabbioni di Mestre, giovedì pomeriggio. È finito in manette un 32enne tunisino già ricercato, un altro è fuggito

Sorpreso a confezionare droga nel parco in pieno giorno, ha tentato la fuga ma gli è andata male. L'episodio nel primo pomeriggio di giovedì, quando gli agenti del commissariato di Mestre, impegnati in servizi anti-droga, si sono recati a piedi nell’area verde adiacente al parco Sabbioni di Mestre, al di là della linea ferroviaria. Lì, nascosti tra gli alberi, hanno osservato non visti due persone che in quel momento erano intente a confezionare stupefacenti all'interno di pezzi di nylon blu e a saldarne le estremità con un accendino.

A quel punto i poliziotti sono usciti allo scoperto e si sono presentati ai due, che senza indugiare troppo si sono dati alla fuga in direzioni opposte. Ne è scaturito un inseguimento attraverso la fitta vegetazione dell'area, terminata con la cattura di uno dei due spacciatori: l'uomo, riconosciuto per M.J., tunisino 32enne, durante la fuga aveva cercato di liberarsi di un involucro di droga, recuperato però dagli agenti.

Perquisito, il tunisino è stato trovato in possesso di due singole confezioni di droga da 1 grammo l'una, oltre a un pezzo di hashish rinvenuto all’interno degli slip che indossava. Sul posto dove era partito l'inseguimento sono stati inoltre trovati un bilancino di precisione, una forbice e i pezzi di nylon: quanto bastava per condurre l'uomo in questura, mentre il secondo individuo notato aveva fatto perdere le proprie tracce.

È emerso che il 32enne risultava già ricercato, con una pena residua di 10 mesi di reclusione ancora da scontare. In totale è stato trovato in possesso di 12 grammi di eroina e 6,5 di hashish, un bilancino di precisione e altro materiale per confezionare stupefacenti: l'uomo è quindi stato arrestato e incarcerato, oltre che indagato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento