Martedì, 18 Maggio 2021
Centro Mestre Centro / Viale San Marco

I vicini si insospettiscono e fanno arrestare quattro topi d'appartamento

Stanotte i residenti di un palazzo di viale San Marco sapevano che l'abitazione da cui provenivano strani rumori era vuota perché i residenti erano in ferie. In manette in quattro

Rapporto di "buon vicinato". Per esprimere il concetto spesso finito in frantumi dopo la prova di una riunione di condominio potrebbe essere preso a esempio ciò che è accaduto stanotte in viale San Marco a Mestre. Un appartamento rimasto vuoto perché i proprietari si trovano in vacanza è finito nel mirino di quattro cittadini georgiani, che poco prima dell'una stavano tentando di forzare la serratura d'ingresso.

I residenti del palazzo, però, insospettiti dai rumori che provenivano dal terzo piano del condominio, che sapevano essere vuoto, hanno chiamato la polizia. All'operatore della questura hanno spiegato che qualcuno forse stava cercando di entrare nell'abitazione. Le volanti, arrivate sul posto in pochi minuti, hanno sorpreso un giovane che, accanto all'ingresso, faceva da palo. Quest'ultimo, infatti, non ha neanche avuto il tempo di avvertire i suoi compari. Ha tentato di effettuare una chiamata e poi di scappare, senza successo.

 

Per gli agenti quindi è stato semplice poi sorprendere in flagranza di reato gli altri tre, che stavano tentando di aprire la porta con un cacciavite. Uno del trio ha anche tentato di darsela a gambe, ma ormai era troppo tardi.  A seguito di ulteriori controlli gli arrestati sono stati trovati  in possesso di un coltellino modello “cutter”, di un tagliaunghie, di una chiave inglese e di un paio di forbici. La prova "regina", però, risiede nel fatto che in tasca di uno dei quattro è stato trovato il cilindro della serratura della porta d’ingresso dell’appartamento
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I vicini si insospettiscono e fanno arrestare quattro topi d'appartamento

VeneziaToday è in caricamento