rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Centro Mestre Centro / Via Felice Cavallotti

Spaccio all'interno e all'esterno del locale: chiuso per un mese il bar Gioia

Martedì la polizia ha sorpreso un 25enne magrebino vendere una dose di eroina a una giovane mestrina. Il questore ha disposto la "serrata" dell'esercizio in via Cavallotti per 30 giorni

Non erano lì per lui. Erano lì per arrestare altri otto "colleghi", tre dei quali per ora sono riusciti a sfuggire alle manette. Nel pomeriggio del 22 maggio W.M., però, non si è accorto che le forze dell'ordine lo stavano tenendo d'occhio, e, all'interno del Bar Gioia di via Cavallotti, è stato visto cedere una dose di eroina a una giovane ragazza mestrina. Immediate sono scattate le manette.


Visti i fatti accertati, il questore Fulvio della Rocca ha disposto la chiusura per 30 giorni dell'esercizio, gestito da un cittadino di origine cinese. Tenendo conto del fatto che una sanzione simile era già stata notificata al proprietario qualche mese fa, il questore ha annunciato che chiederà al Comune la sua chiusura definitiva, in virtù del grave episodio accertato. In prossimità e all'interno del locale, infatti, secondo gli inquirenti, erano molti i pregiudicati, prevalentemente di origine magrebina, dediti allo spaccio o ad altri reati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio all'interno e all'esterno del locale: chiuso per un mese il bar Gioia

VeneziaToday è in caricamento