rotate-mobile
Centro Mestre Centro / Viale Stazione

Bomba sotto i binari della stazione di Mestre, il tram sembra "maledetto"

Durante i lavori di realizzazione del sottopasso tra Marghera e Mestre gli operai si sono imbattuti in un residuato bellico della seconda guerra mondiale all'altezza del binario 7

Non c'è pace per il tram. Per quello già "esistente", fermo ai box dopo la rottura di un giunto in piazza Barche il 2 ottobre scorso, e per quello che in futuro passerà attraverso il sottopasso ferroviario tra Mestre e Marghera. Nonostante a metà dicembre l'assessore alla Mobilità Ugo Bergamo dichiarasse che "i lavori di scavo erano proseguiti senza alcun intoppo", il problema si è rivelato venerdì.

Gli operai, infatti, verso le 8.50 hanno trovato un ordigno bellico nell'area dei lavori, all'altezza del binario 6 e 7, a una profondità di circa sei metri. Una bomba d'aereo della seconda guerra mondiale. Sul posto verso le 14.30 il nucleo artificieri dell'Esercito, provenienti da Udine. Dei rilievi se ne stanno occupando la polfer di Mestre e le volanti della questura. Preoccupazione è stata espressa dal presidente di Pmv Antonio Stifanelli, che non appena ha ricevuto la notizia ha raggiunto il luogo delle operazioni.

Si tratta di un ordigno lungo 120 centimentri e largo 50 per 250 chili di tritolo. A qualche metro di distanza sono state trovate schegge di un altra bomba esplosa. L'area del sottopasso è naturalmente stata isolata. Possono accedervi solo il Genio militare e le forze dell'ordine. Il cantiere lunedì riprenderà i lavori normalmente.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba sotto i binari della stazione di Mestre, il tram sembra "maledetto"

VeneziaToday è in caricamento