menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appende un cartello per chiedere al ladro di restituirle la bici: "Mi serve per lavorare"

L'appello è di una donna che deve sfamare la famiglia: la bicicletta, comprata da poco, era l'unico mezzo che le permetteva di andare a lavoro. La notizia è circolata in città

Una lettera affissa in via Cardinal Massaia, laterale di via Cappuccina. Ma non solo. La preghiera di una donna di origine romena alla quale è stata rubata la bici qualche giorno fa è stata appesa anche in altre parti della città, a ridosso del centro storico della terraferma veneziana. Dove è avvenuto il furto.

La lettera. “Sono una donna con due figlie - si legge nel messaggio - Ieri un ladro mi ha portato via la bici. Per favore, ti chiedo con il cuore, riportami la bici. Non ho la macchina, per me la bici è tutto”. Un appello accorato, per una donna con due figlie, che della bicicletta ha assoluto bisogno per recarsi sul posto di lavoro e portare a casa la "pagnotta" per sfamare la famiglia.

La bici era nuova, acquistata da poco. La donna è sposata, ed è l'unica a portare i soldi in famiglia, dopo che il marito è rimasto disoccupato. La lettera ha smosso molto gli animi in città, e ha fatto rapidamente il giro dei social network, tra l'indignazione generale. Resta il fatto, però, che il ladro molto difficilemente si metterà la mano sul cuore, andando incontro alle esigenze della sua vittima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture, Zaia non esclude novità dopo il "tagliando" del Governo del 20 aprile

  • Cronaca

    Avm, per la commissione di garanzia la disdetta normativa è corretta

  • Cronaca

    Msc conferma due navi da crociera a Venezia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento