menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si rompe il dente durante la cena al ristorante, viene risarcito con 2 anni di ritardo

Protagonista un mestrino, che dopo essersi rivolto ad Adico è riuscito a farsi rimborsare le spese odontoiatriche, ricevendo un risarcimento complessivo di mille euro

Aveva assaporato con gusto gli squisiti e freschissimi spaghetti di farro con pistacchio di Bronte e pepe di Penja, leccandosi i baffi per la bontà e complimentandosi con il gestore del locale, che era seduto al tavolo con lui. Poi qualche cosa è andato storto: una parte di guscio di pistacchio, sfuggita nel piatto, gli ha frantumato il molare inferiore durante la masticazione.

Per questo motivo il mestrino F. Z., assistito sempre dal gestore del ristorante, un raffinato e  rinomato locale, ha interrotto la cena per medicarsi e successivamente s’è rivolto a uno studio medico per farsi aggiustare il dente. Era il 22 aprile 2014. Da quel giorno l'uomo ha chiesto più volte alla cooperativa che di fatto gestisce la parte amministrativa del ristorante, il rimborso di quanto speso, circa 680 euro, senza successo. A ottobre dello stesso anno s’è dunque rivolto all’Adico e, tramite lo sportello “risarcimento danni” dell’associazione , ha presentato ricorso al Giudice di Pace il quale in questi giorni ha accolto a pieno le richieste dell’uomo: 682 euro per le spese odontoiatriche e altri 318 euro “per la natura della lesione e per il disagio che essa ha arrecato".

“È stata una battaglia durata quasi due anni - commenta Carlo Garofolini, presidente dell’Adico - e invece poteva essere risolta in modo bonario molto più rapidamente, come richiesto in più occasioni per via scritta dal nostro socio che è cliente del locale e che, tra l’altro, ne apprezza la qualità dell’offerta. Grazie all’intervento del nostro sportello e al coinvolgimento del Giudice di Pace la faccenda s’è conclusa nel migliore dei modi. Conoscendo i gestori di questo locale di via San Donà siamo convinti che ci siano stati dei disguidi a livello amministrativo che hanno ritardato la presa in carico di questa vicenda. Sarebbe stato meglio anche per loro che tutto si fosse risolto senza l’intervento del giudice".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

  • social

    Il gobbo di Rialto e la storia dell'ultimo bacio dei fustigati

  • Ristrutturare

    Bonus mobili 2021: come funziona e come ottenerlo

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento