menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torna a Mestre il Festival della Politica con Mauro e Cacciari

La quinta edizione si svolge dal 10 al 13 settembre, anteprima il 9. "Sfidiamo l'impopolarità che la politica sta attraversando". Ci sono anche i food trucks

Esiste da appena cinque anni, ma è già un appuntamento considerato di grande valore e prestigio: la fondazione Gianni Pellicani anche quest’anno organizza il Festival della Politica, in programma a Mestre dal 10 al 13 settembre 2015, con un’anteprima mercoledì 9. La kermesse si svolge fin dalla prima edizione con i patrocini di Regione Veneto e Comune di Venezia, e viene realizzato con la collaborazione di diversi soggetti pubblici e privati.

"Il centro di Mestre nei giorni del Festival diventa un’arena a cielo aperto - spiega l'organizzazione - un luogo di approfondimento e di riflessione ad alta voce sul pensiero politico, sfidando l’impopolarità che la politica attraversa in questa fase". Senza dimenticare il valore economico di una manifestazione di questo tipo per il territorio: a fronte dell'investimento complessivo, gli effetti economici diretti dei Festival sono più del doppio del valore investito.

TEMI. Quest’anno il Festival si svilupperà attorno al tema politica e leadership. Un argomento che pone questioni come la crisi della democrazia, la selezione della classe dirigente, il problema della rappresentanza, il ruolo dei corpi intermedi della società e il rapporto tra leader e elettorato. La sezione speciale quest’anno è dedicata a Pier Paolo Pasolini, nel quarantesimo anniversario della sua morte. Gli appuntamenti pomeridiani curati dal giornalista culturale di Repubblica, Antonio Gnoli, all'interno della tensostruttura, saranno dedicati all’analisi delle sue opere e della sua figura.

RELATORI. Interverranno 85 relatori: Ezio Mauro, Paolo Mieli, Massimo Cacciari, Luigi Vicinanza, Marco Damilano, Angelo Panebianco, Lucio Caracciolo, Carlo Freccero, Brunello Cucinelli, Dacia Maraini, Stefano Ancilotto, Ninetto Davoli, Dino Amenduni, Daniele Marini, Sergio Staino, Ilvo Diamanti, Massimo Russo, David Riondino, Dario Vergassola, Alberto Melloni, Giovanni Bossi, Gualtiero Bertelli, Giorgio Gori, Gianfranco Bettin, Michela Marzano, Pietrangelo Buttafuoco, Massimo Donà, Stefano Feltri, Antonio Gnoli, Giuliano Segre, Cesare De Michelis, Enrico Ghezzi, Claudio Cerasa, Alessandra Poggiani, Renzo Guolo, Goffredo Buccini, Umberto Curi, Stefano Bonaga, Donatella Di Cesare, Carlo Galli, Emanuele Trevi, Alfredo Gatto, Rocco Ronchi, Riccardo Caldura, Giovanni Diamanti, Marco Gervasoni, Paolo Lucchetta, Edoardo Pittalis, Giulio Giorello, Vincenzo Vitiello, Maria Laura Conte, Eva Giovannini, Guido Moltedo, Mario Bertolissi, Giacomo Marramao, Luigi Brugnaro, Giovanni Manildo, Nicola Pellicani, Roberto Chiarini, Franco Ricordi, Roberto Masiero, Tiziano Graziottin, Renzo Mazzaro, Andrea Iannuzzi, Paolo Zabeo, Michele Gottardi, Luca Mastrantonio, Giacomo Petrarca, Guido Guerzoni, Alessandro Russello, Antonio Varsori, Luca Romano, Gianluca Amadori, Renato Rizzi, Alberto Vitucci, Davide Grossi, Luca Taddio, Roberto Reale, Michele Polga, Andrea Tagliapietra, Maurizio Dianese, Davide Ragazzoni, Luca Guzzardi, Roberto Ferrucci, Francesco Valagussa.

STRUTTURA DEL PROGRAMMA. Gli appuntamenti centrali del Festival rimangono i dialoghi pomeridiani in piazza Ferretto e piazzetta Pellicani, e la tensostruttura con lo spazio pomeridiano dedicato all’analisi dell’opera e della figura di Pier Paolo Pasolini. Al mattino incontri filosofici animeranno piazzetta Battisti, che nel pomeriggio accoglierà lo spazio dedicato alle presentazioni di libri con gli autori, consolidando la collaborazione avviata già da alcuni anni con Marsilio Editori . Le serate del Festival saranno concluse, come nelle scorse edizioni, da spettacoli e reading.

EVENTI COLLATERALI. In via Poerio lo spazio dedicato allo street food, sinonimo di comunicazione, dialogo e convivialità alla portata di tutti i palati. L'area sarà popolata da "food trucks" (furgoni, roulotte e apecar attrezzate come "cucine mobili") che prepareranno cibi di qualità con ingredienti tipici di diverse tradizioni regionali, a prezzi modici. Lo spazio è realizzato in collaborazione con Confesercenti. All'interno della Torre di Mestre sarà allestita una mostra dei manifesti politici, che comprende una selezione della raccolta inedita di Luigi Nono. Il grande compositore veneziano, ha collezionato nel corso della sua vita tantissimi manifesti, provenienti da tutto il mondo, dall'America Latina, dal Medio Oriente, dalla Cina e dall'Europa, sono il segno di un'epoca in cui il manifesto era il solo mezzo di comunicazione di massa. La mostra sarà aperta dal 5 al 20 settembre. La mostra “Ballerina Project Venice” della fotografa Giulia Candussi, allestita al centro culturale Candiani dal 28 agosto al 13 settembre, si sviluppa in un connubio tra danza e città con la partecipazione volontaria di ballerini, classici e contemporanei, che posano in location molto particolari nel territorio veneziano. Tutto il programma dettagliato su www.festivalpolitica.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento