Domenica, 16 Maggio 2021
Centro Mestre Centro / Piazza Erminio Ferretto

Mestre risponde: 400 in corteo per Gabriele Sinopoli e contro la violenza

Mercoledì sera, sotto la pioggia, fiaccolata promossa da una parente del 64enne picchiato e ridotto in coma da un gruppo di giovani: "Poteva succedere a tutti". Nessun assessore presente

La partenza della fiaccolata

Sotto la pioggia battente. Una risposta per questo ancora più significativa quella della cittadinanza di Mestre mercoledì sera al pestaggio di Gabriele Sinopoli, il 64enne pensionato che domenica di due settimane fa è stato preso a pugni da alcuni giovani in via Verdi. Per questo, ma anche per tentare di "svegliare" la società civile di fronte a un episodio di cronaca che potrebbe essere capitato a tutti, qualche centinaio di persone hanno attraversato a piedi, e in silenzio, galleria Matteotti, via Verdi (luogo dell'aggressione), via Poerio e piazza Ferretto. Fiaccole e candele in mano. Fino ad arrivare al municipio, aperto per l'occasione. Un serpentone umano che mano a mano si è rimpolpato di gente, fino ad arrivare a circa quattrocento persone che hanno voluto scendere in strada. Esserci. Dalle 20.30 alle 21.30 il centro si è fermato.

Presenti alcuni consiglieri comunali (rappresentanza bipartisan: Pd, Pdl e Udc) accorsi da privati cittadini. Presenti i rappresentanti dei comitati cittadini. Fabrizio Coniglio, portavoce del comitato di Riviera XX Settembre e via Verdi, ha sottolineato l'assenza di assessori e del sindaco: "Mi sarebbe piaciuto vederli qui - ha dichiarato - questa candela deve essere tenuta alta dalla nostra Mestre, che degrada sempre più verso l'abbandono. Questa candela deve rimanere accesa".

 

"Da sempre ho pensato alla fiaccolata come a un momento d’incontro - ha dichiarato Chiara Signora, promotrice dell'iniziativa, nipote di Gabriele Sinopoli - per manifestare solidarietà alla vittima e alla sua famiglia, certo, ma forse, soprattutto, per riunire la parte sana della società. Esserci, incontrarci, guardarci in faccia e riconoscerci. Io sono profondamente convinta che da questo modo di essere e sentirsi “parte sana della società” debba scaturire la consapevolezza e l’assunzione di responsabilità nel costruire una nuova realtà. La fiaccolata di oggi è stata una risposta a un episodio di violenza che ha colpito tutti. Dobbiamo uscire dallo schema mentale in cui solo le persone che amiamo e che conosciamo siano quelle a cui rivolgere la nostra attenzione. Oggi è successo a mio zio, domani non deve succedere più. Rimbocchiamoci le maniche per questo. Dipende da noi".

Poi la citazione di una frase dell'architetto Fabrizio Carola: "Ora posso augurare solo una bella utopia, ma ogni progresso della nostra umanità è stata un'utopia. Prima cioè che il tempo fosse maturo affinché si realizzasse".

Qualche minuto di applausi, che hanno subito zittito le urla e le contestazioni di due signore che, davanti alle porte del municipio, hanno scandito ripetutamente la parola "assassini", rivolta ai
sei giovani di Marghera identificati dalla polizia dopo il pestaggio del 2 settembre scorso. Subito zittite dal corteo, che del linguaggio della violenza non ha voluto saperne, preferendo il silenzio.

 

LA DICHIARAZIONE DELLA PROMOTRICE, NIPOTE DEL PENSIONATO RIDOTTO IN COMA

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

IL CORO ISOLATO DI DUE SIGNORE DAVANTI AL MUNICIPIO: "ASSASSINI"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

LE FIACCOLE, LE LUCI, LA PIOGGIA, IL CORTEO, LA GENTE

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

LA CRONACA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mestre risponde: 400 in corteo per Gabriele Sinopoli e contro la violenza

VeneziaToday è in caricamento