menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furibonda rissa in pieno centro. In 30 ragazzi vengono alle mani

La zuffa sarebbe scattata per futili motivi. L'alcol e la musica avrebbero surriscaldato gli animi dei protagonisti: il tutto in Galleria Matteotti

Sarebbero stati almeno in 15 i ragazzi che, durante la serata di venerdì, si sarebbero picchiati in Galleria Matteotti. Secondo quanto riporta La Nuova Venezia, erano quasi le 20 quando, per futili motivi, tra alcuni ragazzi che stavano ballando davanti al bar Galleria, sarebbe scoppiata una rissa.

I motivi del tafferuglio sarebbero stati futili, ingigantiti solamente dalla qualtità di alcol bevuta. Fatto stà che i protagonisti della zuffa già nel primo pomeriggio si sarebbero picchiati davanti alla profumeria Sephora. La sera, dopo essersi nuovamente ritrovati a contatto, sarebbe scattata la mega rissa, proprio in pieno centro.

Dalle parole si sarebbe improvvisamente passati ai fatti, con pugni, calci e perfino bottiglie di vetro che sarebbero volate da una parte all'altra. Nel parapiglia pure una ragazza sarebbe stata colpita in pieno volto da un pugno. Non contenti poi, finito il primo round, un'altra quindicina di ragazzi, se le sarebbe date di santa ragione.

A quel punto la musica si sarebbe spenta e la festa sarebbe finita, dopo che i proprietari del locale avrebbero avvisato la polizia. Gli agenti, giunti sul posto dopo una decina di minuti assieme anche a pattuglie della municipale, non sarebbero riusciti a rintracciare alcun protagonista della zuffa. Che avrebbero tagliato la corda prima di finire nei guai. Secondo le forze dell'ordine si sarebbe trattato di un faccia a faccia tra due gruppio: uno di italiani, l'altro di cittadini di nazionalità albanese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento