menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tram ai box almeno fino a sabato, sostituiti i collegamenti tra le linee

Continuano le indagini per capire come mai martedì mattina sia saltato un cavo vicino a piazza Barche a Mestre, fermando tutti i "siluri rossi". Per ora non sarebbero state scoperte criticità

Ancora non si sa quando il tram tornerà a girare per Mestre. Le cause dell'incidente di martedì mattina, quando un cavo della linea aerea vicino a piazza Barche è stato tranciato di netto ancora non sono state identificate. Il collegamento tra la linea che da via Monte Celo arriva a piazza Barche e quella che da lì raggiunge via Sernaglia è saltato, e con esso tutti i "siluri rossi" in circolazione, che si sono fermati. Forse un mezzo pesante dotato di un braccio meccanico ha colpito in pieno il cavo, forse fatali potrebbero essere state le tante vibrazioni cui la giunzione è sottoposta per il continuo passaggio di veicoli. Si vedrà.

 

Intanto Pmv, proprietaria del sistema che fa circolare il tram, tra ieri sera e questo pomeriggio ha sostituito per sicurezza tutti gli altri tredici collegamenti tra linee presenti in città. Pezzi già a disposizione in magazzino. A vista, secondo il presidente dell'azienda Antonio Stifanelli, nessuno di essi sarebbe stato trovato in cattive condizioni. Ciò quindi porterebbe Pmv ad escludere che quanto accaduto martedì sia attribuibile a un difetto di fabbricazione. Si stima che comunque il siluro rosso potrà tornare a viaggiare solo sabato mattina, sempre se non venissero ravvisati problemi più gravi al sistema. Nel qual caso i tempi si allungherebbero molto.

In ogni caso l'Ustif, ufficio trasporti ad impianti fissi, l'Ente "locale" del ministero dei Trasporti, ha ribadito che l'autorizzazione a far circolare il tram la concederà solo quando gli verrà consegnata una esauriente relazione su quanto accaduto. Relazione che ancora non c'è. Per questo già ieri Pmv ha chiesto all'Ati, l'associazione temporanea d'impresa le cui aziende hanno realizzato il tram, di stringere i tempi per concludere gli accertamenti.

Anche perché il tram "grava" sulle spalle di Actv. Sono stati predisposti, infatti, degli autobus sostitutivi, che nelle ore di punta viaggeranno ogni cinque minuti. Tutto, però, ha un costo. Bisognerà vedere per quanto tempo sostenibile.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento