menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I giovani si riprendono Via Piave. Una giornata tra band e busker

L'evento "Via Piave into the music" ha trasformato per un giorno la degradata zona mestrina in una centro di positività con musica live e piece teatrali

Via Piave come centro della grande festa dei buskers: è l'idea alla base di, evento promosso da Etam (Comune di Venezia) ed organizzato dall'associazione Abbey Road in collaborazione con Tag Club Mestre.

Sabato 16 maggio per tre ore dalle 15.30 è stat festa per tutta la cittadinanza. Più di venticinque esibizioni live per accendere l'attenzione su una zona di Mestre che vuole risorgere con l'aiuto della musica, grazie alle band pronte a suonare contemporaneamente lungo i marciapiedi di via Piave. L'obiettivo, come hanno spiegato gli organizzatori, è stato quello di risollevare una delle zone più antiche di Mestre, che nonostante tutti i problemi non ha perso la bellezza del territorio e l'entusiasmo e la passione dei residenti. Non per niente la partecipazione dei musicisti è spontanea.

Oltre alla musica sono andate in scena anche due piece teatrali: il tutto lungo i marciapiedi, le piazzette e i locali di via Piave a Mestre. L'idea quindi è di trasformare una delle vie più problematiche della città in un grande palcoscenico, in modo che i cittadini possano "riappropriarsene". Allontanando per un po' spaccio e microcriminalità e promuovendo un modo diverso e positivo di occupare, vivere e abitare gli spazi pubblici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento