menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parole sessiste all'indirizzo della cameriera, il gestore del locale caccia cliente e sei ospiti

Il fatto è successo a Il Palco di Mestre. Il responsabile del ristorante non c'ha pensato due volte a prendere le difese della ragazza. Poi ha lasciato a facebook le sue riflessioni

C'ha pensato in prima persona a difendere la propria dipendente, facendo quello che, probabilmente, non sarebbe riuscito facile ad altri ristoratori. Ed è lo stesso autore del "gesto nobile", Stefano Ceolin, proprietario de Il Palco di Mestre, a raccontare il fatto su Facebook, ricevendo attestati di stima dalla comunità.

Quello che è andato in scena qualche giorno fa nel locale è un episodio che ogni tanto, purtroppo, si verifica. Un cliente del locale, secondo quanto specificato dallo stesso Ceolin, si sarebbe permesso un commento sessista nei confronti della cameriera che lo stava servendo. "Scusa, ma la prossima volta che passi puoi sculettare anche tu come quella?". Parole di certo poco carine, alle quali la ragazza non avrebbe avuto modo o comunque coraggio di ribattere.

A quel punto il gesto che non ci si aspetta. Il proprietario, infatti, infastidito dalla pochezza del proprio cliente, ha dapprima invitato l'uomo ad alzarsi dal tavolo, poi ha fatto la stessa cosa con i sei ospiti che condividevano il tavolo con lui, rei di non aver avuto la voglia o la sensibilità per zittirlo o far in modo che potesse rimediare alla propria "sparata".

"Non importa se e quanto hai già consumato - scrive Ceolin sul proprio profilo - non ti invito neppure a passare dalla cassa e me ne assumo volentieri la responsabilità. Ti impongo di scusarti con la ragazza ma non ti permetto neppure di osare di farlo con me. E non farti più vedere. Chissà che tu abbia l'occasione per rifletterci su e crescere quel tanto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento