rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Centro Mestre Centro / Via Verdi - Riviera XX Settembre

Il Tar dà ragione ai comitati: "Ztl in via Verdi e riviera XX Settembre ingiusta"

Esultanza tra residenti e commercianti mestrini dopo la sentenza del tribunale amministrativo. Nel mirino del giudice la mancanza di un piano generale del traffico. Ca' Farsetti ricorrerà

Il Tar dà ragione ai comitati di cittadini e annulla la zona a traffico limitato di via Verdi e riviera XX Settembre. La ztl era stata istituita un anno fa, tra le polemiche. I commercianti e i residenti della zona quindi avevano subito ingaggiato una battaglia a suon di ricorsi, il cui primo esito è arrivato mercoledì.

Come riportano i quotidiani locali, l'impianto della sentenza parte dal presupposto che il Comune di Venezia non avrebbe approntato un Piano del traffico aggiornato, nonostante per legge le città oltre i trentamila abitanti debbano farlo ogni due anni. Quindi, è il ragionamento del giudice, non è possibile istituire una ztl senza avere un piano generale di gestione della viabilità della zona. Il ricorso dei comitati era stato depositato ad aprile 2012, mentre le telecamere di sorveglianza erano entrate in funzione a gennaio, salvo poi prevedere due fasce orarie di libera circolazione dalle 10 alle 12 e dalle 16.30 alle 18.30.

Ca' Farsetti con ogni probabilità ricorrerà al Consiglio di Stato per una decisione che, secondo l'amministrazione, sembrerebbe assurda. Tutto viene rimandato, però, alla lettura della sentenza. Anche perché quest'ultima potrebbe spalancare le porte a una pioggia di ricorsi da parte di quanti si sono visti appioppiare una multa per una ztl che, secondo il Tar, non sarebbe legittima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tar dà ragione ai comitati: "Ztl in via Verdi e riviera XX Settembre ingiusta"

VeneziaToday è in caricamento