menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri fuori dall'ex entrata dell'Umberto I

Carabinieri fuori dall'ex entrata dell'Umberto I

Area dell'ex Umberto I al setaccio: 40 persone nel degrado più assoluto

Decine di carabinieri del Comando provinciale stamattina hanno sgomberato la zona, di proprietà della "D.N.G. spa". I clochard vivevano in pagliericci improvvisati tra le macerie

In quaranta a "sopravvivere" tra le macerie dell'ex Umberto I. Tra pagliericci improvvisati, freddo e condizioni di degrado assoluto. Decine di carabinieri del Comando provinciale di Venezia e del battaglione "Veneto" nelle prime ore della mattina sono entrati nell'area dell'ex ospedale, per controllare palmo a palmo costruzioni e vani. Di supporto anche il Nucleo elicotteri dell'Arma di Treviso.

 

L'area perlustrata ora è di proprietà della "D.N.G. spa", che tra pochi giorni dovrà iniziare le bonifiche dell'area, che si estende tra via Circonvallazione, via Antonio da Mestre e il canale che costeggia via Einaudi. Qui, dove insistevano i padiglioni della struttura sanitaria, la situazione era di completo abbandono.

Le persone, quasi tutte straniere, sono state portate in caserma e identificate. Per ognuna si tratterà ora di stabilire se siano in regola con il permesso di soggiorno o se necessitino di specifici programmi di sostegno. In caso di irregolarità, ci sarà il rimpatrio nel Paese d'origine.

Per ognuno, comunque, scatta la denuncia in stato di libertà per invasione di terreni ed edifici e danneggiamento, attuati su aree di proprietà privata; nei loro confronti verrà avanzata la richiesta del foglio di via obbligatorio, anche in considerazione del sospetto, tuttora sono in corso approfondimenti da parte dei militari, che l'area potesse contraddistinguersi per attività illecite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento