menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il progetto presentato alla stampa

Il progetto presentato alla stampa

Mestre: l'ex deposito Actv sparirà, al suo posto sorgerà una torre di 75 metri

Il progetto presentato stamattina dall'assessore all'Urbanistica Ezio Micelli: "Questo intervento era atteso da tempo". Nell'edificio ristorante, supermercato, abitazioni e uffici. Costo 45 milioni

Una torre alta 75 metri: questo, secondo Ca' Farsetti, sarà forse il nuovo simbolo della Mestre del ventunesimo secolo. La costruzione sarà realizzata nell’ex deposito Actv, in corso del Popolo, nell’ambito del nuovo progetto presentato oggi con una conferenza stampa, tenutasi alla Carbonifera a cui hanno preso parte, con l’assessore comunale all’Urbanistica, Ezio Micelli, i rappresentanti della Aspiag, il gruppo che ha acquistato l’area, della C.e.r.v.e.t., che seguirà lo sviluppo costruttivo, e degli studi Albanese e Berro, che hanno firmato il progetto della torre.

“L’intervento sull’ex deposito Actv – ha sottolineato Micelli – è da tempo atteso, sia per ragioni di natura sociale, visto lo stato di abbandono e di degrado dell’area, ampia circa 30mila metri quadrati, che ambientali, essendo necessaria su di essa una bonifica, non solo da materiali inquinanti, ma anche da possibili residuati bellici. Questo nuovo progetto presentato coniuga la sobrietà e concretezza alla qualità delle opere previste, che dovrebbero essere pronte già entro la fine del 2013”.

Rispetto al progetto originario, che prevedeva la realizzazione di ben sette costruzioni, la volumetria viene infatti ridimensionata di oltre la metà: sparisce, tra gli altri l’autosilo alto 20 metri, che era stato contestato sia dai residenti che dalla municipalità. Saranno realizzati, oltre a un parcheggio a raso, solo una struttura commerciale di circa 9mila metri quadrati (in cui troverà sicuramente posto un supermercato di medie dimensioni); un edificio a destinazione residenza convenzionata a otto piani; e, appunto, la torre, che sarà disposta su 20 livelli e avrà varie destinazioni.

Se al primo piano troveranno posto il parcheggio attrezzato e il bar, al secondo ci sarà un gym center, mentre i nove piani superiori saranno occupati dagli uffici. Dal dodicesimo al sedicesimo piano ci saranno appartamenti residenziali, mentre nell’area più alta sarà realizzato un ristorante panoramico. Il costo complessivo previsto dell’intervento è di circa 45 milioni di euro.


Un’altra possibile novità riguarderà la viabilità: la proposta è quella di realizzare una rotatoria al posto dell’attuale incrocio semaforico ai piedi del cavalcavia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento