rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Centro Mestre Centro / Via Francesco Zanotto, 40

Bufera sul Policlinico San Marco, rimborsi gonfiati per 700mila euro

La Finanza ha denunciato il rappresentante legale della struttura e undici medici (dipendenti o collaboratori esterni). Indicate prestazioni più onerose di quelle effettivamente erogate

Presunta truffa da oltre 700mila euro ai danni del servizio sanitario nazionale scoperta dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Venezia. "Nel mirino" è finito il Policlico San Marco di Mestre, istituto sanitario privato convenzionato con l'Ulss lagunare e preaccreditato al ministero.

Secondo quanto accertato dalle Fiamme Gialle, sarebbero stati attribuiti codici identificativi delle prestazioni sanitarie ai pazienti diversi da quelli che avrebbero dovuto essere indicati nella cartella medica. In questo modo, secondo gli inquirenti, le prestazioni risultavano finanziariamente più onerose rispetto a quelle previste secondo la normativa nazionale e regionale. E venivano incamerati più soldi. Sono stati denunciati il rappresentante legale del Policlinico San Marco e undici medici specialisti (dipendenti o collaboratori esterni).

 E' stato inoltre accertato l'avvenuto rimborso di prestazioni chirurgiche eseguite a seguito di ricoveri ordinari, ovvero in regime di day hospital, che invece, a norma di legge, avrebbero dovuto essere erogate in regime ambulatoriale, con costi di gran lunga inferiori. L'indagine ha consentito di quantificare in 717mila 041,42 euro il totale dei rimborsi irregolarmente percepiti dalla casa di cura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bufera sul Policlinico San Marco, rimborsi gonfiati per 700mila euro

VeneziaToday è in caricamento