menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'avvocato Niccolò Ghedini (©TM News Infophoto)

L'avvocato Niccolò Ghedini (©TM News Infophoto)

Mestre: pm in attesa di ascoltare Sinopoli. Entra in campo Ghedini

La Procura aspetta la possibilità di registrare la versione dei fatti del 63enne picchiato il 2 settembre da sei giovani. Alcuni familiari hanno chiesto l'aiuto legale dell'avvocato padovano

Tutto, o quasi, è stato ricostruito. Mancano alcuni dettagli, forse decisivi. E per fare luce su quest'ultimi con ogni probabilità solo Gabriele Sinopoli, il 63enne mestrino vittima di un pestaggio domenica scorsa a opera di sei giovani in via Verdi, potrà essere d'aiuto. Soprattutto sotto il profilo penale sarà importante ciò che l'ex promotore finanziario dirà al magistrato in merito al presunto "invito" di uno dei picchiatori a consegnargli soldi e averi. In quel caso potrebbe essere contestato il reato di tentata rapina aggravata, e il quadro indiziario del giovane peggiorare molto.

Il 63enne intanto l'altroieri ha ripreso conoscenza, nonostante i sanitari rimangano cauti in merito alla decorrenza clinica del paziente. Risponderebbe comunque agli stimoli e avrebbe iniziato a parlare. Poi, quando le preoccupazioni riguardanti la salute del pensionato saranno fugate, la famiglia si concentrerà sulla possibilità di denunciare l'Ulss 12 per colpe mediche. La sera del pestaggio, domenica 2 settembre, infatti, al pronto soccorso non sarebbe stata effettuata una tac al malcapitato, dimesso con una prognosi di dieci giorni in seguito ai pugni ricevuti.

Un dettaglio emergerebbe dalle indagini, che entrerebbe "a gamba tesa" nel "processo allo spritz" che in questi giorni ha interessato la città. I sei giovani di Marghera quella sera sarebbero stati di ritorno da un matrimonio. Nessuna bevuta al bar, dunque. Festeggiamenti troppo spinti sì. Tra di loro sarebbe stato presente anche lo sposo, che avrebbe "macchiato" così quello che dovrebbe essere il giorno più bello della vita.

Intanto alcuni familiari del pensionato avrebbero chiesto l'aiuto a livello legale dell'avvocato Niccolò Ghedini. Sta seguendo la vicenda anche l'avvocato veneziano Renato Alberini.

 

LA CRONACA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento