menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Va a rubare in casa con una bambina di undici anni, trentenne arrestata

L'arresto martedì mattina. Le due ladre sono state sorprese da una vicina di casa mentre tentavano di scassinare la porta di ingresso di un palazzo in via Genova a Mestre

Costretta a rubare. A intrufolarsi nelle case a trafugare tutto ciò che trovava a portata di mano. Questa la vita che fino a martedì mattina una ragazzina di undici anni era costretta a vivere. La giovane è stata sorpresa dagli agenti delle volanti mentre, verso le 9.40, stava tentando di scassinare la porta di ingresso di un appartamento in via Genova, a Mestre. Le due ladre sono state sorprese da una vicina di casa che, uscita sul pianerottolo, ha sorpreso la coppia mentre armeggiavano con la serratura. Dopodiché la fuga.

I poliziotti hanno subito individuato una donna e una bambina di etnia nomade a poca distanza, all'angolo tra via Kolbe e via Torino. Molto simili alla descrizione proposta dalla testimone. S.J., 30enne di nazionalità serba, è stata identificata e poi arrestata. Sulla sua persona, infatti, pendeva un'ordinanza di cattura (doveva espiare la pena di 14 anni, 10 mesi e 24 giorni di reclusione), con sentenza emessa dall’autorità giudiziaria di Rovereto per cumulo pena per reati contro il patrimonio commessi nel corso degli anni scorsi.


La minorenne è stata affidata in una struttura protetta del Veneziano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento