rotate-mobile
Mestre Mestre Centro / Via Alessandro Poerio

Chiude "Il libro con gli stivali", dal 2006 riferimento culturale per Mestre

La notizia su Facebook. «Notizia che addolora per il ruolo economico ed educativo della libreria». Nel 2018 si era trasferita al Chiostro dell'M9. Giussani Confesercenti: «Tax credit e sconto massimo del 5% aiutano ma non bastano»

«Oggi vi comunichiamo che dopo aver camminato per 16 anni i nostri stivali si fermano. A fine settembre "Il libro con gli stivali" chiuderà le proprie porte per l’ultima volta, e vogliamo quindi sin da ora ringraziare tutti coloro che in questi anni hanno voluto fare un pezzo di strada con noi». La libreria di via Poerio a Mestre martedì ha annunciato così su Facebook la sua imminente chiusura.

L'attività, nata anche come centro organizzativo di laboratori creativi e attività, abbasserà la saracinesca per l'ultima volta il 30 settembre. «A novembre 2005, camminando in Campo San Polo a Venezia, un’idea ha cominciato a ritagliarsi uno spazio sempre più grande tra i miei pensieri - si legge nel messaggio in Facebook - Il 20 maggio 2006 quell’idea ha spiccato il volo, e "Il libro con gli stivali" ha aperto le sue porte. A dicembre 2008 gli stivali hanno deciso di camminare fino a via Mestrina: una sede ancora più accogliente, e nel 2017 sono usciti libri di nostra produzione con la casa editrice che ha percorso l’Italia verso altre librerie amiche. A dicembre 2018 infine è iniziata l’ultima tappa del percorso, con il trasferimento nel Chiostro del Museo del '900 (M9). Speriamo davvero di aver contribuito alla crescita di persone di ogni età».

«È una notizia che addolora molti in città, consapevoli del ruolo non solo economico, ovviamente importante, ma anche educativo e culturale svolto dalla libreria da quando è stata fondata», commentano i consiglieri Gianfranco Bettin (Verde Progressista), Paolo Ticozzi e Monica Sambo (Pd) che hanno chiesto tramite un'interrogazione all’amministrazione comunale di «provare a evitare la chiusura, anche interloquendo con l’M9». "Il libro con gli stivali", hanno aggiunto i consiglieri, «è una delle migliori librerie italiane specializzate in editoria per l’infanzia e l’adolescenza, che ha avuto un ruolo educativo e culturale più vasto, sia rivolgendosi direttamente alla città che collaborando con le istituzioni, gli enti e, in particolare, con il mondo della scuola. La città sta esprimendo un diffuso dispiacere per questa perdita annunciata che la priverebbe di una qualificata presenza in un settore così importante».

«La crisi delle librerie indipendenti continua - afferma Cristina Giussani, presidente nazionale del Sil, sindacato Librai Cartolibrai e presidente Confesercenti Metropolitana Venezia Rovigo - È davvero un peccato che la città non sia stata in grado di cogliere il valore e la qualità dell'offerta, la competenza e la passione di chi con forza guidava il timone di questa attività dal 2006. Nel tempo - nota Giussani - ha inciso sulla sorte delle librerie il nostro modo di fare acquisti, che si è orientato sempre più sull’online. Tax credit e la legge sullo sconto massimo del 5% stanno dando i loro frutti, ma non bastano».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude "Il libro con gli stivali", dal 2006 riferimento culturale per Mestre

VeneziaToday è in caricamento