menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ciclista collassa a terra per strada a Mestre: prima i passanti, poi i sanitari lo rianimano

E' successo alle 15 di venerdì in via Minotto. Un sessantenne perde i sensi. La prontezza di chi ha assistito la scena e la professionalità del 118 gli ha dato una seconda possibilità

Come evolverà la vicenda lo si saprà solo nelle prossime ore, purtroppo. Perché quando succede ciò che è successo venerdì pomeriggio in via Minotto a Mestre bisogna sempre andare con i piedi di piombo. Fatto sta che solo la prontezza dei passanti e la velocità d'intervento dei sanitari del 118 hanno permesso a un mestrino sui sessant'anni di avere una seconda possibilità, che non è cosa da poco.

Il collasso

Tutto si è svolto in pochi istanti: l'uomo si trovava in bicicletta quando all'improvviso è collassato a causa di un probabile infarto. Si tratterebbe di una persona cardiopatica ed è stato chiaro a tutti fin da subito che lo scenario era molto preoccupante. Lo sventurato non respirava e non accennava a riprendere i sensi: per fortuna alcuni passanti hanno preso in mano la situazione e, in contatto diretto con la centrale operativa del 118, hanno iniziato immediatamente a praticare la rianimazione. Manovre che evidentemente conoscevano già in precedenza e che non hanno esitato a mettere in pratica.

Ambulanza e automedica

Nel frattempo in via Minotto si è precipitata l'automedica del Suem 118, seguita da un'ambulanza. Lo staff del Suem ha preso in mano la situazione, tentando per lunghi minuti di salvare la vita al ciclista. Si è reso necessario anche l'uso del defibrillatore, ma alla fine il sessantenne ha ripreso il battito. Dopodiché è stato stabilizzato ed è stato trasportato d'urgenza in ospedale.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento