rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Mestre Mestre Centro / Via Palazzo

Collettivo Pandora, a una settimana di occupazione dell'ex Cup parte la raccolta firme

La conferenza al Municipio per lanciare la petizione: «No agli sgomberi, sì a uno spazio per noi»

«Sono spazi abbandonati da oltre 10 anni quelli dell'ex Cup dell'ospedale di Mestre. Abbiamo chiesto che ci permettano di fare le nostre attività, discutere della crisi climatica, di transfemminismo, ma anche presentare libri o incontrarci». Il Collettivo Pandora non si arrende e a una settimana dall'occupazione del centro di prenotazione dismesso dell'ex ospedale Umberto primo, i ragazzi presentano davanti al Municipio di via Palazzo una raccolta firme a sostegno delle loro richieste. «Fa freddo ma non molliamo - dicono - c'è sempre qualcuno di noi a turno, anche di notte, nell'ex Cup, e anche se abbiamo paura di essere sgomberati continuiamo. Abbiamo saputo che il Comune ha intenzione di farci querela, noi chiediamo che ci assegni gli spazi», dice un'attivista 19enne.

«Sentiamo la mancanza di un posto per i giovani, che non sia un bar dove consumare per forza. Una sede gestita da noi per poter fare assemblee, accogliere i collettivi delle scuole, organizzare iniziative culturali. Siamo dovuti ricorrere a un atto illegale per riuscire a far emergere un nostro bisogno. In molti stanno firmando la petizione che rilanceremo anche nel presidio di mercoledì alle 18 davanti al Municipio. Pensiamo di essere il motore del cambiamento di cui questa città ha bisogno, e al Comune chiediamo risposte».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Collettivo Pandora, a una settimana di occupazione dell'ex Cup parte la raccolta firme

VeneziaToday è in caricamento