menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Come i mezzi moderni influenzano l’apprendimento?

La tecnologia evolve e con essa lo studio dell'inglese

Imparare l’inglese non è mai stato così importante e necessario come in questo periodo storico, questo è confermato da molte statistiche sia sull’emigrazione degli italiani all’estero che sulla presenza degli iscritti ai corsi di inglese.

Ovviamente si tratta di una tendenza dovuta alla sempre più crescente difficoltà per i giovani di trovare lavoro. La crisi che da quasi un decennio colpisce le aziende e quindi le possibilità di trovare un’occupazione ha sensibilmente contribuito a questa tendenza. Nella sola Londra, ad esempio, si contano circa 250.000 italiani che vivono e lavorano nella capitale, di cui la maggior parte si è trasferita solo negli ultimi anni.

Da qui l’esigenza di sapere bene la lingua e, di conseguenza, frequentare una scuola di inglese per imparare al meglio, poiché richiesto dalle necessità di lavoro oltremanica. Notoriamente l’Italia è stata sempre ultima in Europa per livello di conoscenza dell’inglese, però in questi anni le oltre 2.500 scuole hanno registrato un aumento degli iscritti ai corsi di oltre il 2,2%. Per dare una svolta al tuo futuro, cerca la migliore scuola di inglese a Mestre.

Studiare: ogni occasione è buona

Tra le persone che decidono di frequentare una scuola di inglese, la maggior parte lo fa perché ha in previsione di andare all’estero per lavorare, o comunque per costruirsi un futuro, quindi spesso è la necessità a spingere a uno studio intenso, quasi maniacale.

Una delle abitudini di chi frequenta corsi di inglese, è quella di studiare o ripassare lezioni nel tragitto sulla strada di ritorno a casa. Infatti, circa il 30% studia o ascolta lezioni preregistrare con le cuffie sull’autobus o mentre cammina, ma questi non sono gli unici momenti di apprendimento, come possiamo notare:

  • Un buon 22% studia o ripassa le lezioni prima di andare a dormire; strumenti come tablet e smartphone hanno incrementato questa tendenza.
  • Poi ci sono i mattinieri, che sono circa il 14% e considerano il risveglio come una fase critica della giornata.
  • Un buon 7% preferisce farlo dopo il caffè sulla via che li conduce al lavoro, sicuramente un buon momento per ammazzare il tempo e renderlo utile.

In linea di massima sono queste le abitudini di apprendimento extra, ovvero quei momenti in più oltre le lezioni di inglese, dedicate allo studio. Ogni occasione si rivela senz’altro di grande aiuto, quindi studiare nei tempi che solitamente sono improduttivi è una cosa proficua ai fini dell’apprendimento.

I  nuovi mezzi di comunicazione

La tecnologia ha contribuito enormemente alla crescita dell’interesse per le lingue straniere, in particolare l’inglese come prima lingua occidentale parlata al mondo, per cui l’uso dei dispositivi mobili ha reso l’apprendimento molto più efficace e rapido. In ogni momento della giornata è possibile studiare o ripassare lezioni di inglese sfruttando ogni momento per farlo. Infatti, il 70% circa degli italiani conferma che l’uso del computer e smartphone, rende molto più efficace studiare e imparare l’inglese, e che essendo sempre connessi è possibile confrontarsi online in qualsiasi momento.

Le applicazioni forniscono anche modi veloci per comunicare e confrontarsi con gli insegnanti e i compagni dei corsi di inglese che si stanno frequentando, rendendo ancora più interattiva la lezione anche a posteriori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento