menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Degrado e spaccio a tutte le ore", nasce un nuovo comitato sul centro di Mestre

Domenica pomeriggio assemblea pubblica a "La Tana di Oberix" di via Trento. Si chiedono un presidio fisso delle forze dell'ordine in via Monte San Michele, telecamere, illuminazione

Nella generale proliferazione di comitati cittadini contro degrado e microcriminalità domenica pomeriggio è nato un nuovo soggetto: il "Cptp", Comiato via Piave, Trento e Piraghetto. Nel locale "La Tana di Oberix" di via Trento, poco meno di un centinaiodi mestrini si sono incontrati per discutere delle difficili situazioni con cui sono costretti a convivere nelle zone circostanti alla stazione, tra spaccio, prostituzione e altri fenomeni preoccupanti.

Al termine dell'assemblea è stato votato a maggioranza un documento con cui si chiede a sindaco, prefetto, questore, comandante della polizia municipale e all'azienda sanitaria "Serenissima", di stringere i controlli in fatto di ordine e sanità pubblica. Nel mirino la presenza di spacciatori in azione per gran parte delle ore della giornata, sia in via Monte San Michele, sia al Piraghetto. Nel mirino anche prostitute e negozi di prodotti etnici.

"Chiediamo la presenza di un presidio di militari e forze di polizia ampliandone i turni fino alle 5 del mattino - si legge nel documento approvato - inoltre si chiede la misura del Daspo urbano per chi viene sorpreso in flagrante". Dal neo-comitato si spera nell'installazione di ulteriori telecamere di videosorveglianza all'incrocio tra via Trento-via Monte San Michele, via Trento-via Fagarè, agli ingressi del parco Piraghetto, via Monte San Michele-via Monte Sabotino, via Monte San Michele-via Monte Piana, via Silvio Trentin-via Podgora, via Fagarè-via Monte Piana, via Passo Buole-via Monte Piane, via Passo Buole-via Monte Sabotino, via Fagarè-via San Gabriele, via Fagarè-via Col di Lana, via Monte San Michele-via col di Lana).

Con in più un incremento dell'illuminazione pubblica e della pulizia, specie delle isole ecologiche. Anzi, si chiede espressamente "la ricollocazione in un altro punto dell'isola verde Veritas di via Fagaré". Oltre che l'istituzione di una ztl notturna in via Monte San Michele e in via Fagaré dalle 21 in poi. Nel mirino finiscono anche la recinzione del parco Piraghetto, "ancora da sistemare", e i negozi e circoli etnici attorno alla stazione, "su cui servono stringenti controlli".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento