MestreToday

Spegne 103 candeline la signora Pia Penzo: una vita di lavoro per la famiglia

Settima di nove figli è nata a Malamocco e ha vissuto in prima persona il dramma dei due conflitti mondiali. Alla sua festa la presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano

Pia Penzo

Il traguardo dei 100 anni ormai abbondantemente raggiunto, ha spento infatti 103 candeline la signora Pia Penzo, oggi, 3 ottobre, nella residenza dell'Antica scuola dei Battuti dove si trova. A festeggiarla parenti e amici, il personale della casa di cura e la presidente del Consiglio comunale di Venezia Ermelinda Damiano. 

Le guerre, il lavoro, il matrimonio

Settima di nove figli Pia è nata a Malamocco, al Lido, e ha vissuto in prima persona il dramma dei due conflitti mondiali. Ha iniziato a lavorare giovanissima per sostenere la numerosa famiglia: per molti anni è stata impiegata come stiratrice in alcuni importanti alberghi del Lido. Si è sposata nel 1947 con Fortunato, marito col quale ha raggiunto il traguardo delle nozze d’oro, arrivando, successivamente, a più di 50 anni di matrimonio.

Pia Penzo-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Serena e lucida

La descrivono buona e affettuosa con tutti, Pia. Lucida e partecipe nelle attività proposte. Lega facilmente con le persone, si presenta come una donna molto serena e con grande capacità di adattamento alle diverse situazioni. La figlia Micaela e la nipote Ottavia sono state orgogliose e felici di aver spento le candeline accanto a lei. Tutto il personale dell’antica scuola dei Battuti ha festeggiato il traguardo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Vishing, la truffa che "svuota" il conto corrente: tre denunce

  • Tragedia in A27: perde il carico, scende a recuperarlo e viene travolto

  • Coppia di turisti aggredita e picchiata da una baby gang a Campo Santa Margherita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento