menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La musica che cura, concerto da camera all'ospedale dell'Angelo

Nell'ambito del progetto MET giovedì un'orchestra si esibirà sotto la vela dell'ospedale alle 20.30. Si punta anche sulla musicoterapia a Mestre

La musica come strumento di cura: all'ospedale dell'Angelo il progetto MET, Music Education Therapy, è già stato introdotto e sperimentato nei mesi scorsi in vari reparti, tra cui Neonatologia e Geriatria. Buona musica per risollevare lo spirito e aiutare in questo modo anche il recupero del fisico. Giovedì, però, il progetto sarà sviluppato in una dimensione ben più estesa. La Brigham Young University Chamber Orchestra si esibirà nel "concerto per un nuovo inizio" proprio all'interno della grande vela dell'ospedale dell'Angelo.

L'efficacia della musicoterapia, codificata nel 2005 all'Aspen Education Group, organizzazione statunitense leader nello studio dei comportamenti, è stata testata da numerosi studi internazionali, e si basa sulla osservazione che in situazioni critiche, proprio come in quelle normali, la musica favorisce la normalizzazione dei parametri fisiologici, la riduzione del disagio, il miglioramento complessivo e la disponibilità alla cura. “Il concerto non è solo un evento a sostegno di un progetto – spiega il direttore generale dell’Ulss 12 Giuseppe Dal Ben – ma anche un modo di umanizzare l’ospedale: attraverso momenti come questo, o attraverso la filodiffusione installata nella hall centrale da alcuni giorni, significa soprattutto dare un segno a chi entra, e contribuisce a fare buona accoglienza”.

L'Orchestra da Camera della Brigham Young University sarà diretta da Kori Katseanes; al pianoforte il maestro Massimiliano Frani, coordinatore del Progetto MET all'Angelo, insieme al dottor Edoardo Guerra. In programma musiche di Rossini, Mozart, Barber e Copland.

Il concerto, organizzato dall'Ulss 12 in collaborazione con il Centro Internazionale di Musica e Cultura, inizia alle 20.30. L'ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili. Chi intende prenotarsi può farlo scrivendo a centromusicacultura@gmail.com prima del concerto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento