menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Adottate la facciata", appello pubblico per salvare l'antica chiesa di San Girolamo

Il restauro della chiesa più antica di Mestre costerà oltre 300mila euro. Si guarda a Comune, Regione, parrocchie. Il 10 aprile importante concerto in Duomo per finanziare il progetto

Un evento culturale ai massimi livelli, ma non solo. Perché da tempo Mestre non poteva contare su un happening del genere nel Duomo di San Lorenzo. Il 10 aprile prossimo, con inizio alle 20.30, è stato organizzato un importante concerto di musica sacra che costituirà un "unicum" a livello nazionale. O meglio, le dieci musiche sacre in programma sono già state proposte l'8 dicembre scorso, all'apertura dell'Anno Santo a San Giovanni Laterano in Vaticano. Altro "Stato".

Il maestro Marco Frisina (in pratica il direttore d'orchestra del Papa) ha scelto Mestre per eseguirle. Il motivo è nobile: il concerto, infatti, sarà a ingresso libero, ma servirà prenotare i biglietti. Il ricavato delle offerte andrà utilizzato per il restauro della facciata della chiesa di San Girolamo, alle prese qualche settimana fa dopo un'ondata di forte maltempo con gravi problemi di caduta di calcinacci. Al punto che l'intera area circostante venne delimitata. Per rimettere in sesto la facciata servono tanti soldi, ossia tra gli 80mila e i 100mila euro. Ma ci sono anche la parete sud che si sta "impanciando" e altre aree del tetto sopra l'altare e del campanile alle prese con problemi. Tradotto: il conto lievita di altri 200mila euro. 

Per questo motivo venerdì mattina è stato lanciato un appello a Comune e Regione, oltre che a tutte le parrocchie di Mestre, per aiutare l'intervento dal punto di vista economico. In aiuto per ora è arrivata la cultura. Quella con la "C" maiuscola: al concerto parteciperà un coro di un centinaio di voci dirette dal maestro Renzo Simonetto del conservatorio di Castelfranco Veneto, oltre che otto orchestrali. 

L'evento, come detto, è a ingresso libero ma su invito. I ticket sono in distribuzione alla libreria San Michele di via Poerio, in centro a Mestre. "Potrebbe scattare una sorta di iniziativa 'adotta la tua parte di facciata della chiesa'", ha dichiarato l'arciprete del Duomo, don Gianni Bernardi. Presenti al lancio del concerto Marco Eugenio Brusutti, presidente dell'omonima fondazione, la quale si offrirà di coprire tutte le ingenti spese di logistica, il professore Antonio Serena, rappresentante del comitato Club Service, e Stefano Battaglia, responsabile del progetto di restauro che, dopo che arriverà l'ok della Soprintendenza, dovrebbe scattare nei prossimi mesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento