Mestre Mestre Centro

Controlli su strade e parchi di Mestre: un arresto, denunce e droga sequestrata

Operazioni dei carabinieri. Un 31enne bloccato alla guida di un furgone, era condannato per furto. Minorenni sorpresi con marijuana in zona Bissuola, anche Kuma in azione

Posti di controllo e pattuglamenti in tutti i luoghi “sensibili” della terraferma veneziana, in particolare i parchi, la zona della stazione e le vie limitrofe. Impegnati, nella giornata di venerdì, sia i carabinieri della compagnia di Mestre che gli uomini del 4° Battaglione “Veneto” e un'unità cinofila della polizia locale.

Arresto per furto

I risultati non sono mancati, a partire dai presìdi collocati sulle vie di accesso alla città: identificate 65 persone e 34 veicoli, e proprio una verifica ad un furgone con due stranieri a bordo ha permesso l’individuazione e l’arresto di un 31enne romeno colpito da un mandato di cattura emesso dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere: a costargli la misura cautelare erano stati alcuni furti commessi in provincia di Caserta. A quel punto il 31enne è stato accompagnato in caserma e quindi in carcere.

"Maria" al parco

Al parco Albanese, grazie alle segnalazioni dei residenti e al fiuto infallibile del pastore tedesco Kuma, sono stati trovati 158 grammi di marijuana, suddivisi in sette involucri e nascosti tra la vegetazione. Denunce per due giovanissimi: un italiano classe 2002, accompagnato a casa a Marghera per la perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 12 grammi di marijuana, grinder e un bilancino; un moldavo classe 1999 è stato sorpreso con 14 grammi della stessa sostanza. Sul fronte del controllo delle norme del codice della strada, sono scattati il sequestro di un veicolo senza assicurazione e due denunce per altrettante persone trovate alla guida in stato di ebbrezza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli su strade e parchi di Mestre: un arresto, denunce e droga sequestrata

VeneziaToday è in caricamento