menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sentire il polso per scoprire patologie: sabato controlli gratuiti all'ospedale di Mestre

Appuntamento sabato 18 febbraio all'Angelo: dalle 9 alle 13 medici specialisti a disposizione dei cittadini per verificare se il cuore "va a tempo". "In Italia molti malati inconsapevoli"

Dal polso al cuore: sabato all’ospedale di Mestre medici specialisti sono a disposizione dei cittadini per controllare, proprio attraverso il polso, il ritmo del cuore. “Un battito irregolare al polso – spiega l’elettrofisiologo Sakis Themistoclakis – è indicativo di una alterazione del ritmo cardiaco, di una aritmia. E tra le aritmie più frequenti c’è la fibrillazione atriale, che affligge, secondo le stime, da 600mila a 1,5 milioni di italiani, molti dei quali inconsapevoli della loro patologia”.

La “fibrillazione atriale” è un’aritmia tutt’altro che benigna: “Chi ne è affetto – spiega il dottor Themistoclakis – vede aumentare di cinque volte del rischio di ictus cerebrale. Ancora, la fibrillazione atriale fa aumentare il rischio di demenza e di scompenso cardiaco; e spesso è associata ad un importante peggioramento della qualità della vita, paragonabile a quello dei pazienti con scompenso cardiaco”.

L’unità operativa di Elettrofisiologia ed Elettrostimolazione dell’ospedale dell’Angelo promuove per sabato 18 febbraio, dalle 9 alle 13, una mattinata di incontro con la popolazione, proprio per sensibilizzare su queste patologie, e per indagare, attraverso il polso, gli eventuali scompensi del cuore: “In molti casi la fibrillazione atriale – spiegano gli specialisti – può essere asintomatica: ecco perché un controllo regolare del polso può aiutarci a scoprirla e ad attuare le terapia più opportune soprattutto in quei pazienti con un aumentato rischio di eventi tromboembolici”.

La mattinata di controlli gratuiti si inserisce nella “Settimana per il tuo cuore”, campagna di educazione e sensibilizzazione tesa alla difesa del cuore sano organizzata dall’Associazione Medici Cardiologi Ospedalieri (AMCO). Nel corso della mattinata gli specialisti incontreranno i cittadini all’Angelo nell’area antistante agli ambulatori del primo piano; in un ambulatorio dedicato, poi, a cittadini selezionati in base al profilo di rischio sarà offerta anche la possibilità di eseguire un elettrocardiogramma e di registrarlo sul Bancomheart: il loro ecg sarà così registrato, attraverso questa tessera digitale simile ad un bancomat, e sarà conservato in una banca virtuale da cui potrà essere consultato in qualsiasi momento. L’iniziativa “Banca del Cuore” e il relativo Progetto Bancomheart hanno ricevuto da parte della presidenza del consiglio dei ministri, lo scorso maggio, il prestigioso riconoscimento della medaglia per l’alto valore scientifico, assistenziale e sociale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento