Mestre Carpenedo / Via San Donà

Violenza sul tram Actv, una donna manda all'ospedale il controllore

La colluttazione lunedì in via San Donà a Favaro Veneto. Entrambi i protagonisti sono stati portati all'ospedale. Tentato investimento domenica sera

Aggressione sull'autobus, controllore e aggressore finiscono entrambi all'ospedale. La vicenda ha ancora contorni fumosi, fatto sta che verso le 9.30 di lunedì, in via San Donà, nel territorio di Favaro Veneto, le forze dell'ordine sono state allertate per un episodio di violenza a bordo del tram, appena partito da piazza Pastrello, il cui conducente ha arrestato la marcia non appena si è accorto che lo scenario era degenerato. Una donna, pare di origini camerunensi e di 37 anni, a un certo punto avrebbe perso completamente il controllo mentre l'accertatore era salito a bordo intimando ai passeggeri di mostrare i biglietti.

In quel momento ne è scaturita una colluttazione in cui il controllore, 37 anni anche lui, è rimasto lievemente ferito. Un'aggressione vera e propria scattata nel momento in cui la donna è stata fatta scendere e si trovava di fronte al dipendente Actv e al suo collega, tant'è vero che una volta intervenuti i carabinieri la signora avrebbe mantenuto un comportamento piuttosto indisponente. Al punto che, dopo essere stata trasferita all'ospedale Dell'Angelo, sarebbe stata sottoposta ad accertamenti di tipo psichiatrico. La sua condotta avrebbe insospettito i sanitari sul fatto che all'origine ci potesse essere qualcosa che andasse oltre all'aggressività in sé.

In ogni caso la vicenda ha avuto subito una vasta eco in zona ed è destinata a rinfocolare le polemiche inerenti la sicurezza con cui sono costretti a operare controllori e autisti Actv, in diversi casi diventati oggetto di aggressioni o, peggio, di veri e propri pestaggi. L'accertatore ha raggiunto il pronto soccorso dell'ospedale dell'Angelo in codice giallo: per lui traumi toracici non preoccupanti fortunatamente, tanto che nel pomeriggio è stato dimesso.

Si tratta del secondo episodio di questo tipo nel giro di poche ore, visto che una dipendente Actv, dopo aver sorpreso quattro giovani senza biglietto a bordo di un vaporetto nelle vicinanze del Tronchetto, sarebbe stata vittima di un tentativo di investimento in auto da parte di un componente del gruppetto colto in fallo. Avrebbe evitato l'impatto per pochi istanti. L'episodio domenica sera, su cui indagano anche le forze dell'ordine (DETTAGLI).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sul tram Actv, una donna manda all'ospedale il controllore

VeneziaToday è in caricamento