menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

S'intrufolano nel cantiere, un cittadino attento li vede e chiama la polizia: donna in arresto

Intervento a Mestre nella tarda serata di venerdì. Coppia di ladri sorpresa in azione, lei era già stata "pizzicata" diverse volte a rubare in passato. Portata in carcere

Tentativo di furto sventato grazie alla segnalazione di un residente: la chiamata al 113 è della tarda serata di venerdì, quando un passante ha notato una coppia intrufolarsi all’interno di una recinzione in plastica a protezione di un'impalcatura in un cantiere. Sul posto, nelle vicinanze dei giardini pubblici di via Cappuccina a Mestre, si è subito portato un equipaggio delle volanti della questura.

Gli agenti in effetti hanno trovavano le due persone segnalate, un uomo ed una donna: questi, sprovvisti di documenti, sono stati accompagnati negli uffici di polizia per gli accertamenti del caso. È emerso così che a carico della donna, di 38 anni, c'erano numerosi precedenti per taccheggi nei negozi e soprattutto un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Venezia (residuo di pena di un mese) per inottemperanza al foglio di via obbligatorio; inoltre un divieto di ritorno nel Comune di Venezia emesso dal questore, evidentemente non rispettato. A quel punto la ladra è stata arrestata e portata al carcere femminile della Giudecca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento