menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Linea dura contro lo spaccio al Bissuola: i "cubi" del parco saranno abbattuti

L'ha deciso la giunta comunale lunedì mattina, approvando una delibera ad hoc. Il sindaco Brugnaro di recente ha anche parlato di una possibile recinzione per chiudere l'area verde

Si passa alle maniere forti pur di mettere i bastoni tra le ruote ai pusher che da tempo "infestano" il parco Bissuola a Mestre. Nell'ottica di una più generale rigenerazione dell'area verde (il sindaco Luigi Brugnaro di recente ha annunciato un piano per recintare il parco Albanese per impedirne l'accesso durante la notte), la Giunta di Venezia ha approvato lunedì la delibera con cui si approva l'abbattimento dei famosi "cubi", ossia strutture presenti all'interno del polmone verde diventate punto di riferimento dello spaccio. 

Spesso e sovente in quella zona le forze dell'ordine hanno sequestrato stupefacente o sorpreso in flagrante qualche pusher. Con questa misura la giunta intende cercare di rimuovere le "sacche" di degrado del Bissuola, evitando gli spazi in cui ci si possa potenzialmente nascondere. 

"Un primo passo concreto deciso di concerto con il sindaco Luigi Brugnaro - commenta l'assessore ai Lavori pubblici, Francesca Zaccariotto - per avviare soluzioni effettive che favoriscano la sicurezza di chi frequenta il parco Albanese, diventato, nostro malgrado, luogo di ritrovo per persone dedite ad attività illecite come lo spaccio di sostanze stupefacenti. Dopo il potenziamento dell'illuminazione e dei servizi interforze, l'abbattimento di questi manufatti ridurrà i luoghi dove ci si può appartare o nascondere". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento