menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Identificato e denunciato grazie anche ai cittadini il rapinatore "ciclista" a Mestre

Si tratta di un 40enne già noto alle forze dell'ordine, cui vengono attribuiti tre colpi nelle ultime due settimane. Tra rapine e furti con strappo. E' stato riconosciuto da alcuni testimoni

E' stato anche merito di alcuni cittadini dall'occhio lungo se il rapinatore seriale in bicicletta ora ha un nome e cognome. E' stato riconosciuto e segnalato dalle forze dell'ordine da qualche testimone che l'aveva visto scappare dopo i colpi. Gli atti ora sono in mano alla magistratura, che deciderà se sia il caso o meno di disporre misure restrittive. Intanto, però, il ladro che aveva messo a segno tre raid "preoccupanti" per strada nelle ultime due settimane è stato identificato e denunciato per rapina e furto con strappo. Si tratta di un 40enne residente a Mestre, già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti. A bloccarlo nelle vicinanze della sua abitazione i poliziotti del Gamm, Gruppo Anticrimine Mestre e Marghera, che venerdì sono andati a colpo sicuro. 

Il delinquente il 30 maggio si era reso protagonista di una rapina ai danni di una signora che stava percorrendo via Caviglia, in zona Bissuola, in sella alla sua bicicletta. Lui si era avvicinato in bici e aveva allungato il braccio, impossessandosi della borsa della 36enne, poi rovinata sull'asfalto riportando alcune contusioni. Niente di preoccupante. All'interno della borsa 500 euro in contanti ed effetti personali.

Una settimana più tardi, il 6 giugno scorso, lo stesso delinquente ha rapinato un anziano scaraventandolo a terra mentre stava transitando in bicicletta in viale Vespucci a Mestre. Nella caduta la vittima ha battuto la testa a terra e riportato escoriazioni. Il criminale, sfruttando la caduta dell'anziano, si è impossessato del suo borsello, che conteneva 200 euro. E' stato poi rincorso senza successo da un automobilista che aveva assistito alla scena. Ai due colpi se n'è aggiunto un terzo, giovedì. Una donna che transitava in bicicletta in via Spalti è stata avvicinata dal 40enne, che è riuscito a derubarla della borsetta che aveva nel cestino. All'interno contanti e due cellulari, uno dei quali è stato trovato in tasca al ladro. Un elemento che lo incastra di fronte alle proprie responsabilità. Al vaglio degli investigatori altri colpi simili perpetrati nel recente passato. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento