rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Mestre Mestre Centro / Via Dante Alighieri

Bolletta "ingiusta" da mille euro: scatena il putiferio negli uffici Veritas Energia a Mestre

Un 54enne martedì ha scaraventato a terra il computer di un'addetta e ha preso a calci e pugni una guardia giurata. Sul posto è intervenuta la polizia. E' scattata una denuncia

E' andato su tutte le furie per una bolletta che a suo dire non avrebbe dovuto pagare, ma la risposta dell'operatrice Veritas Energia non l'ha evidentemente soddisfatto. Si è conclusa con una denuncia la "visita" di un 54enne già noto alle forze dell'ordine martedì pomeriggio agli uffici Veritas Energia di piazzale Leonardo Da Vinci a Mestre: l'uomo avrebbe messo piede nella struttura con fare piuttosto aggressivo, inveendo contro un'impiegata.

"Quella bolletta è ingiusta"

A farlo andare su tutte le furie una fattura del gas di circa mille euro considerata "ingiusta": "Io in quell'abitazione non sono più residente", avrebbe spiegato l'uomo. L'addetta avrebbe spiegato che non sarebbe stato possibile annullare la bolletta, ma che c'erano alternative percorribili. Parole che non sono servite a tranquillizzare il 54enne, che a un certo punto ha perso il controllo e ha scaraventato a terra il computer della donna.

Guardia giurata presa a calci e pugni

A quel punto è intervenuta una guardia giurata ed è scaturita una colluttazione: l'addetto alla sicurezza è stato colpito ripetutamente con calci e pugni ma è riuscito comunque a immobilizzare l'esagitato fino all'arrivo della polizia. Al termine degli accertamenti il facinoroso è stato denunciato a piede libero per danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bolletta "ingiusta" da mille euro: scatena il putiferio negli uffici Veritas Energia a Mestre

VeneziaToday è in caricamento