menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapinata in pieno giorno e colpita con un pugno in testa a Mestre

L'aggressione verso le 16 di lunedì in via Antonio da Mestre. Una signora in bici è stata picchiata e derubata da un bandito solitario

Aggredita e colpita con un pugno in faccia in pieno pomeriggio. Mentre pedalava ignara di ciò che di lì a poco sarebbe accaduto. Una signora sui 60 anni è stata aggredita verso le 16 di lunedì mentre transitava per via Antonio da Mestre, a due passi dall'ex Ospedale Umberto I. La vittima, di nazionalità ucraina, a un certo punto, come riportano i quotidiani locali, ha superato un uomo che camminava sulla destra.

Senza motivo sono subito partite le minacce. Molto pesanti: "Ti ammazzo, hai capito?", le frasi dovevano essere tutte di questo tenore. Proferite con un accento che potrebbe tradire una provenienza straniera del delinquente. Fatto sta che a quel punto è partito il pugno, che ha fatto perdere l'equilibrio alla sventurata. Appena il tempo di accorgersi che il furfante si era impadronito della borsa per poi svuotare il portafoglio dei cento euro che si trovavano all'interno, che la signora è finita a terra.

Alla fine il rapinatore solitario si è allontanato a piedi in direzione dell'ex ospedale Umberto I, facendo perdere le proprie tracce. Gli uomini delle Volanti, infatti, hanno perlustrato la zona senza successo. Mentre la derubata ha preferito declinare le cure sanitarie per fare ritorno il prima possibile a casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento