menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina alle spalle una donna per strada, ma lascia sul posto l'iMob

Il ladro è stato arrestato in via Einaudi a Mestre dopo essere tornato per riprendersi la bicicletta e il giubbotto, dimenticati dopo la colluttazione

Tenta di scipparla e non esita a ingaggiare con lei una colluttazione, al culmine della quale entrambi finiscono a terra. Il furto, poi sfociato in rapina impropria, è stato perpetrato mercoledì mattina verso le 11.30 in corrispondenza del parcheggio di via Einaudi a Mestre. Una donna romena di 48 anni, intenta a pagare il pedaggio per la sosta, all'improvviso è stata aggredita alle spalle da un delinquente in bici che ha poi commesso un'incredibile sequela di errori che l'hanno portato dritto all'arresto.

Si tratta di un veneziano di 39 anni già con precedenti penali (stupefacenti e furti) in cerca di qualche soldo facile. Non ha trovato di meglio da fare che cercare di impossessarsi del portafoglio della signora, che ha però dato filo da torcere al malintenzionato. Il tentativo di resistenza è stato sufficiente a far finire tutti e due i protagonisti della vicenda per terra, finché il delinquente non è riuscito a impossessarsi del bottino e scappare. La sventurata è stata trascinata a terra di qualche metro. Nella fretta, e per paura dell'intervento delle forze dell'ordine, il ladro è fuggito a gambe levate, lasciando sul posto la bicicletta con cui prima aveva raggiunto il parcheggio. Niente di più sbagliato, visto che nel cestino c'era un giubbotto e in tasca aveva la tessera iMob. Con tanto di foto, nome e cognome. Insomma, un mezzo disastro.

La fototessera è stata riconosciuta dalla vittima dell'aggressione, che era stata soccorsa da un passante che aveva subito allertato il 113. I poliziotti, giunti sul posto, quasi non credevano ai loro occhi poi quando improvvisamente si è materializzato dopo pochi minuti ancora il delinquente. Evidentemente voleva riprendersi la bicicletta e il giubbotto, consapevole di avere lasciato tracce piuttosto evidenti del proprio passaggio. Per lui, inevitabili, sono scattate le manette per rapina impropria. Tanto più che in mano aveva ancora il portafoglio appena trafugato. La 48enne ha rifiutato eventuali cure mediche, riportando solo alcune contusioni al fianco e al braccio per la caduta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento