menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le donne investite in corso del Popolo

Le donne investite in corso del Popolo

Tre donne investite in pieno in corso del Popolo, una è grave

Le malcapitate travolte mentre attraversavano vicino a via Mestrina. Secondo una testimone "sono sbucate dal nulla, vicino alle strisce"

Sono state investite in pieno mentre attraversavano la strada in corso del Popolo. Tre impiegate di banca verso le 13 sono state travolte da una Toyota Celica diretta verso via Torino all'altezza dell'intersezione con via Mestrina mentre, ignare di quanto di lì a poco sarebbe accaduto, stavano camminando vicino alle strisce pedonali. Per loro mancavano pochi metri prima di arrivare sul marciapiede opposto a quello di partenza. Da qualche minuto era scattata la pausa pranzo alla filiale della Banca Nazionale del Lavoro per cui operano.

Una delle donne è finita contro il parabrezza della Toyota ed è stata subito trasportata all'ospedale dell'Angelo a sirene spiegate. Avrebbe perso molto sangue. Per lei la frattura del bacino e di una gamba. Una seconda collega è rimasta a terra sull'asfalto per diversi minuti soccorsa dai sanitari del 118, avrebbe perso per qualche tempo i sensi dopo l'impatto. Anche per lei la frattura di una gamba. La terza, in stato di shock, avrebbe riportato solo delle escoriazioni. Le donne avrebbero tutte un'età compresa tra i 40 e i 50 anni. Sul posto, oltre alle ambulanze del Suem, anche polizia e vigili urbani. Nessuna delle investite è in pericolo di vita.

Per una ventina di minuti corso del Popolo è rimasto interdetto al transito per permettere i soccorsi nell'emergenza. Dopodiché si è potuti passare con senso unico alternato. La strada è stata riaperta solo pochi minuti prima delle 14. Inevitabile che le code si siano fatte sentire nel viale principale cittadino. Ancora da ricostruire con esattezza la dinamica dell'accaduto. Una delle ipotesi sul piatto è che la persona al volante, un trentenne mestrino, sia rimasta abbagliata dal sole non accorgendosi delle donne sulla carreggiata. Una spiegazione suffragata dall'automobilista che seguiva quello dell'investimento, che avrebbe comunque dichiarato che la velocità con cui andavano i mezzi sarebbe stata entro i limiti. In ogni caso non elevata.

La scena presentatasi alle molte persone che affollavano i portici di corso del Popolo e agli altri automobilisti è stata drammatica. Le tre colleghe sono "volate" come birilli, venendo sbalzate dall'auto diversi metri in avanti e rimanendo a terra, accanto alla più grave una vasta macchia di sangue. Una donna che ha assistito alla scena ha raccontato come le tre siano "spuntate dal nulla in mezzo alla strada", attraversando la carreggiata "dopo le strisce pedonali, in un punto del marciapiede coperto dai cassonetti". L'auto avrebbe avuto quindi solo pochi secondi per vedere le due e, come raccontano i presenti, il sole avrebbe abbagliato l'uomo al volante. Il colpo, racconta la donna presente, ha sbalzato le tre vittime in aria "oltre i cassonetti stessi". Anche secondo la testimone, che ha aiutato a soccorrere le tre ferite, il conducente della Toyota non procedeva a velocità elevata e, dopo lo schianto, "è apparso sconvolto, in stato di choc".

IL VIDEO DEI SOCCORSI DALL'ALTO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento