Mestre Mestre Centro / Via Dante

Spaccio a Mestre e Marghera, due arresti della polizia locale

In due casi le pattuglie hanno assistito a compravendita di eroina, in un altro hanno fermato un minorenne che aveva un giro di droga leggera

Nell'ultimo fine settimana di controlli la polizia locale di Venezia si è trovata alle prese con vari episodi di spaccio. Ieri mattina, domenica 16 maggio, gli agenti in borghese hanno assistito ad uno scambio di eroina in via Dante, vicino alla stazione di Mestre. Il venditore era un 23enne richiedente asilo, già denunciato e arrestato ad aprile, mentre l'acquirente un agente di commercio. A quest'ultimo è toccata una multa di 450 euro, oltre a un ordine di allontanamento e il ritiro della patente. Il pusher è stato arrestato e sarà processato il 29 giugno, intanto ha un divieto di dimora in Veneto.
 
Un episodio analogo si è verificato nel pomeriggio di sabato, intorno alle 15, nel sottopasso pedonale della stazione. Il cliente è stato fermato dopo essere risalito in auto e ha consegnato la dose di eroina gialla appena acquistata. Lo spacciatore è riuscito a fuggire, ma è stato riconosciuto dagli uomini della polizia locale e sarà denunciato a piede libero.

 
Nei guai per spaccio anche un ragazzo di 17 anni di Marghera, arrestato giovedì pomeriggio tra via Rinascita e parco Emmer grazie ad un'operazione congiunta del Nucleo operativo e del cinofilo. Gli indizi sul suo conto facevano ipotizzare un'attività di spaccio di hashish in zona. Avvistato alla fermata del tram, ha tentato invano di fuggire. Con sé aveva un panetto di hashish da un etto, mentre in casa custodiva marijuana e 12 orologi del valore di circa 4000 euro, poi sequestrati perché di dubbia provenienza. Dopo il trasferimento in carcere, stamattina è comparso al tribunale minorile di Venezia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio a Mestre e Marghera, due arresti della polizia locale

VeneziaToday è in caricamento