menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga, prostituzione, ubriachi alla guida: a Mestre prosegue la lotta alla microcriminalità

Diverse persone denunciate da polizia municipale e polizia di Stato. A setaccio le zone più "delicate", tra via Monte San Michele, via Dante, il parco Bissuola. Trovati 2 etti di "maria"

A Mestre le forze dell'ordine stanno con il fiato sul collo di ladruncoli e spacciatori: diverse azioni sono state portate a termine negli ultimi due giorni dalla task force anti degrado della polizia locale, composta da pattuglie dei servizi sicurezza urbana e coordinamento terraferma, nonché del reparto motorizzato, affiancate dal cane antidroga Kuma.

Al parco Bissuola in zona piramidi sono stati rinvenuti cinque pacchetti di marjiuana nascosti tra la vegetazione, per il peso complessivo di circa un etto, mentre un altro mezzo etto è stato rinvenuto nella zona del roseto. Interventi ripetuti anche in via Trento, all'angolo con via Monte San Michele. Pure qui è saltato fuori mezzo etto di marijuana, in questo caso già suddivisa in singole confezioni pronte per lo spaccio. Sempre in via Monte San Michele una persona è stata denunciata a piede libero per il reato di detenzione ai fini di spaccio.

Un'altra, già arrestata per spaccio dalla polizia municipale lo scorso novembre e risultata inottemperante al divieto di dimora in Veneto, è stata fermata assieme ad alcuni spacciatori in via Dante. A suo carico è stata inoltrata una segnalazione per l'aggravio della misura cautelare. Nel corso di questo intervento alcuni presenti si sono dati alla fuga, abbandonando sul posto tre biciclette presumibilmente rubate. Nella serata mercoledì tra Mestre e Marghera sono stati inoltre sanzionati dodici clienti di altrettante prostitute.

È della polizia di Stato, invece, il controllo avvenuto alle 4.30 di giovedì in via Pietro Mascagni che ha portato alla denuncia di un moldavo di 31 anni: gil agenti della volante lo hanno condotto negli uffici della Polstrada per gli accertamenti di rito, dove è risultato positivo al test alcolimetrico con valori decisamente sopra quelli consentiti (oltre l'1.50). Si è scoperto inoltre che stava guidando senza aver mai conseguito la patente. Il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento