menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vuole rateizzare il bollo auto, Equitalia le chiede un centesimo

La vicenda a fine ottobre allo sportello dell'agenzia di via Torino. Una contribuente di Marghera in questo modo ha "pulito" la sua posizione

Vuole dilazionare il pagamento del bollo auto. Per stare più tranquilla. Per farlo, però, gli viene chiesto il pagamento di un centesimo di euro. Impresa più difficile che pagarne cinquanta di euro. Perché quella mini-monetina che tante volte si nasconde nel fondo delle tasche quel giorno proprio non voleva saltare fuori. Così è stata la dipendente di Equitalia a metterla per una contribuente di Marghera che aveva raggiunto lo sportello di via Torino.

Il motivo di tanta burocrazia? Chiudere la pratica in cui la protagonista della vicenda era incappata in passato per un debito riguardante il pagamento dei bolli auto. Quanto dovuto, come riporta La Nuova Venezia, era stato pagato già saldato nel 2008: vecchi bolli degli anni Novanta contestati e la richiesta da parte dell'agenzia di riscossione di pagare nel 2008 13.740 euro.

La signora è rimasta sbigottita da quello che poteva sembrare il pagamento di un mini interesse sulla cifra. Secondo Equitalia Nord Spa, invece, la rateizzazione del bollo non era subordinata a quel centesimo di euro. Si tratterebbe secondo l'agenzia di riscossione di un modo per fare pulizia "formale" della posizione del contribuente, che ora risulterà senza procedimenti aperti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento