Mestre

Nasconde l'eroina in bocca, in casa una serra di marijuana con la moglie: arrestati

Blitz della polizia locale ieri sera, in un appartamento di Mestre. I due avevano già cercato di scappare a un controllo della polizia locale la scorsa settimana

Nel loro appartamento, in una laterale di viale San Marco a Mestre, avevano allestito una serra per la coltivazione della marijuana, attrezzata con quattro piantine in crescita e altre tre in giardino, già alte 40 centimetri. Custodivano altri involucri contenenti, oltre a marijuana, un sasso di eroina da cui avrebbero potuto ricavare 20 dosi. La giovane coppia di coniugi, lui di 26 e lei di 24 anni, è stata arrestata ieri sera dagli agenti della polizia locale.

Marijuana, eroina e 3400 euro in contanti

La serra domestica è stata scoperta in seguito a un'operazione specifica, condotta da agenti in borghese nella zona dell'appartamento. Ieri pomeriggio il marito, uscito di casa alle 15.40, è stato subito controllato dagli uomini della polizia locale appostati in zona e trovato con un sasso di eroina in bocca, contenente un quantità di sostanza sufficiente a confezionare 20 dosi. Si è dunque proceduto alla perquisizione domiciliare. In casa è stata trovata la moglie - che nascondeva addosso due involucri di marijuana, due di hashish, un bilancino di precisione e 3400 euro in contanti - e un altro ragazzo.

La coppia di presunti spacciatori era finita nel mirino degli agenti già dalla scorsa settimana, quando era stata avvistata sempre a Mestre in viale Ancona, in sella a uno scooter da una pattuglia di motociclisti del reparto motorizzato. Il veicolo circolava pur essendo in stato di fermo amministrativo, come è poi emerso da un controllo. Avvistati i vigili, i due erano scesi dal motorino fuggendo verso viale San Marco, inseguiti e acciuffati a distanza di un centinaio di metri. Nei giorni seguenti la polizia locale ha approfondito la vicenda, scoprendo l'indirizzo della coppia.

Marito e moglie sono stati portati nelle celle del comando generale all'isola del Tronchetto su disposizione del pm. Questa mattina la convalida dell'arresto da parte del giudice, che ha imposto alla donna l'obbligo di firma alla sede della polizia locale e all'uomo il divieto di dimora nel Comune di Venezia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasconde l'eroina in bocca, in casa una serra di marijuana con la moglie: arrestati
VeneziaToday è in caricamento