menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Siamo assistenti sociali, facciamo massaggi", spariscono con i gioielli

Due truffatrici che si spacciano per operatrici comunali hanno imbrogliato una 74enne di viale San Marco, rubando anelli, la fede e una collana

Ancora truffe, ancora anziani derubati proprio tra le mura di casa. Questa volta, come riporta il Gazzettino, a finire nella trappola dei malintenzionati è stata una 74enne residente in viale San Marco, a Mestre, che venerdì ha aperto la porta a due presunte assistenti sociali.

VIA I GIOIELLI – La donna, affetta da una lieve forma di demenza senile, stava aspettando la sua vera assistente sociale, che sarebbe arrivata a mezzogiorno. Dieci minuti prima dell'appuntamento, però, sull'uscio della 74enne si sono presentate due facce nuove: due donne eleganti, ben vestite e pettinate, che in perfetto italiano hanno spiegato di essere “operatrici dei servizi sociali”. L'anziana, che si aspettava la solita incaricata, non si è posta troppe domande e ha fatto accomodare le due sconosciute, offrendo loro un caffé. Le donne si sono offerte di fare un massaggio alle mani e alle cervicali della signora, “contro i reumatismi”, salvo però chiederle di togliersi anelli e collane. Quando le truffatrici hanno sentito che la 74enne parlava di “Sabrina”, la sua vera assistente, che sarebbe dovuta arrivare a momenti, hanno capito che era il momento di sparire: in pochi istanti hanno lasciato l'appartamento, portandosi via la fede nuziale, una parure e altri tre anelli. Solo allora l'anziana ha capito di essere stata imbrogliata e derubata, e lo choc per poco non l'ha spedita in ospedale. A trovare la signora, ancora in preda al panico, è stata proprio la vera assistente sociale, che ha subito allertato la famiglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento