Mercoledì, 22 Settembre 2021
Mestre Mestre Centro / Piazza Erminio Ferretto, 92

La Farmacia Centrale si sposta di qualche metro in Piazza Ferretto

L'antica farmacia Zannini trasloca nei locali lasciati sfitti molto tempo fa da Sisley, al civico 92 della piazza

Da lunedì 1 febbraio la Farmacia Centrale Mestre dei dottori Alessandro Tiso e Andrea Paccagnella aprirà le sue nuove porte al civico 92 di Piazza Ferretto, negli ex locali del negozio di abbigliamento Sisley, di fronte al Duomo di Mestre. Un ampio e rinnovato spazio di 350 metri tra commerciale e area espositiva, che potenzierà i servizi attraverso una maggiore gamma di esami di auto-analisi, una nuova linea veterinaria per i tanti amici "a quattro zampe"ed il potenziamento dei prodotti di cosmetica, con un apposito corner per la consulenza.

La Farmacia Centrale è già molto conosciuta in centro anche come Farmacia Zannini, perchè è la più antica della città con testimonianze cartacee di metà ottocento legate all'invasione degli austriaci a Mestre. Ma i titolari che la gestiscono da sei anni, assicurano che non si tratterà di un semplice trasferimento di qualche metro, ma di un vero e proprio potenziamento dei servizi offerti a cittadini e clienti. 

«Sappiamo di lasciare uno spazio intriso di storia e che è un punto di riferimento per Mestre da oltre un secolo - raccontano i due farmacisti - Ma siamo anche consapevoli che la nostra nuova farmacia ci consente, per gli spazi e per il grande investimento fatto nel restauro e nella digitalizzazione, di fornire maggiori servizi sia in termini di linee di prodotto che di prestazioni e consulenze. In questi tempi, riaprire un negozio centrale della piazza sfitto da tempo, illuminare le vetrine in un luogo di passaggio e, creare anche un nuovo posto di lavoro con l'aggiunta di una farmacista che porta ad otto persone la nostra squadra, riteniamo sia anche un segnale positivo per il centro città».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Farmacia Centrale si sposta di qualche metro in Piazza Ferretto

VeneziaToday è in caricamento